Tifosi Napoli

Napoli-Juve: alta tensione, gara considerata a rischio

La prima cosa che la Juventus dovrà comunicare alla questura di Napoli è se ripartirà subito dopo la gara di campionato del 2 aprile, oppure se deciderà di restare in città fino alla gara di Coppa Italia, il mercoledì successivo. Questo perché bisogna organizzare l’imponente macchina della sicurezza per garantire che non accada nessun problema: secondo l’edizione odierna de Il Mattino, è possibile che la società bianconera decida di tornare a Torino prima di scendere di nuovo, tramite charter, a Napoli.

La partita è considerata a rischio tre, quindi è scontato che non verrà aperto il settore ospiti con l’Osservatorio del Viminale che negherà entrambe le trasferte ai tifosi bianconeri: “la gara viene considerata a rischio per la possibilità di scontri tra le due tifoserie per il rischio che anche il bus della Juventus possa essere obiettivo di lanci di oggetti o altro” si legge sul quotidiano. Nei pressi dell’hotel che ospiterà i bianconeri ci saranno almeno 700 uomini delle forze dell’ordine, e allo Stadio San Paolo almeno 400 steward.

About Lorenzo Pierini

Leggi anche

Sarri

Inter-Napoli, la probabile formazione degli azzurri

Pasquale Tina, giornalista di Repubblica e Radio Marte, ha rilasciato alcune considerazioni ai microfoni di ...