San Paolo, ennesimo ritardo per i lavori?

0
633

È uno dei temi ricorrenti degli anni di presidenza di Aurelio De Laurentiis. La crescita del Napoli passa anche per l’impianto che deve ospitare le partite degli azzurri e il San Paolo risente pesantemente del tempo trascorso dall’ultimo grande intervento nel 1990, in occasione dei Mondiali. Tante le proposte, tante le parole ma pochissimi i fatti. Mentre si iniziano a mostrare i primi stadi di proprietà, il Napoli è ancora legato all’impianto di Fuorigrotta e continua a non trovare la soluzione giusta per il suo futuro. De Laurentiis ha parlato di eliminare la pista d’atletica, avvicinando così il pubblico al campo, dando un aspetto più moderno all’impianto, ma ci sono urgenze più pressanti, come ad esempio il totale rifacimento dei bagni.

Luglio di concerti, ma ad agosto torna il Napoli

Il Comune ha promesso degli interventi e nei prossimi mesi si dovrebbe tornare al lavoro. Ma l’estate è piena di impegni e si rischia l’ennesimo ritardo. Infatti il ‘San Paolo‘ dovrà sostenere il maxi concerto di Nino D’Angelo, oltre al possibile e non ancora cancellato evento per Diego Armando Maradona, che riceverà nel suo stadio la cittadinanza onoraria. Negli ultimi anni sono stati tanti gli spettacoli ospitati dal San Paolo e non è da escludere un secondo concerto. Un problema in più per effettuare gli interventi. Infatti già dal 6 agosto è probabile un’amichevole di lusso a Fuorigrotta, dopo l’Audi Cup. Inoltre con i preliminari di Champions e la serie A sarà impossibile poter garantire le novità promesse in questi mesi dal Comune. Un ennesimo ritardo che potrebbe nuovamente incrinare i rapporti con la società.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here