Insigne si tiene stretta la maglia n.24 ma sogna quella n.10

0
568

Nelle parole di Lorenzo Insigne a Sky Sport c’è tutta la voglia di continuare a fare bene a Napoli, tutta la speranza per un futuro vittorioso, tutta la caparbietà del fantasista di trascinare l’intera squadra verso il raggiungimento di traguardi importanti. “La maglia numero 10? Io ho la mia 24 e me la tengo stretta, ma sarebbe bello se un giorno qualcuno potrebbe tornare ad indossare quella del fantasista. Non ho paura delle responsabilità, nemmeno di quelle che si presenterebbero in questo caso. I napoletani e tutto il mondo sanno che la 10 del Napoli è stata di Maradona e che sarà per sempre così, ma spero che un giorno venga rimessa in gioco. Il mio sogno e quello di tanti altri è che un giorno lo stesso Diego possa concedere di nuovo l’onore di poterla scegliere”. Si è discusso a lungo, tra le notizie in primo piano, nelle ultime settimane della possibilità per Insigne di vestire la maglia numero 10 che fu dell’indimenticato Maradona. Con le sue dichiarazioni, l’attaccante azzurro lascia intendere che vorrebbe proprio il beneplacito del “legittimo proprietario” della tanto ambita maglia, per poterla indossare. Sarebbe un bel regalo per sancire il rinnovo tanto sudato, firmato lo scorso Aprile, che Insigne commenta così: “Sia il mio prolungamento che quello di Mertens per il lungo periodo sono da prendere come un segnale importante da parte del Napoli: tutto questo vuol dire che la dirigenza ha voglia di portare avanti un progetto vincente, di crescita ma che possa presto portare la squadra a puntare a traguardi prestigiosi”. Per quanto riguarda i rinnovi in sospeso dei suoi compagni di squadra, Ghoulam e Reina, Insigne sembra avere le idee chiare: “Tutti sanno che Pepe è fondamentale per noi, sia in campo che per lo spogliatoio. A decidere tenendo presente di questo saranno De Laurentiis, Giuntoli e Sarri, sono sicuro che faranno la scelta giusta per il bene del Napoli”.

Insigne a Donnarumma: “Non andare all’estero”

Insigne si rivolge anche all’amico Gigio Donnarumma a cui sente di dover dare un consiglio viste le ultime vicende che lo rigaurdano: “Mi auguro che resti comunque in Italia dopo lo strappo con il Milan. I giovani talenti del nostro paese non devono andare all’estero, qui abbiamo sempre più stranieri. gli ho detto di decidere nel migliore dei modi senza considerare i soldi: anche se il Real Madrid sarebbe disposto a dargli di più lui non deve pensare al lato economico. Certo, il Real è una squadra che tutti sognano ed approdarci già a 18 anni sarebbe fantastico”.

Alessandra Curcio

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here