Napoli, De Laurentiis e gli addii dei fuori rosa: 100 milioni in cassa

0
476

 

Il Napoli di De Laurentiis ha già chiarito che intende confermare la rosa attuale e rafforzarla con dei colpi mirati. Nessun grande nome, nonostante le polemiche dei tifosi sui social, seguendo una politica societaria atta a non smantellare la squadra di quest’anno, che ha offerto un gran gioco.

Questo Napoli è davvero difficile da migliorare, dunque perché spendere inutilmente il denaro societario a caccia di colpi come Pavoletti, per fare un nome, che oggi risulta sul mercato dopo soli sei mesi d’azzurro.

La parola chiave per questa sessione del calciomercato Napoli è infatti rinnovo. L’attacco non verrà toccato di una virgola, così come il centrocampo, mentre la difesa, croce a delizia di questa squadra, lascia qualche dubbio in più. Al di là delle seconde linee, anche alcuni titolari lasciano qualche dubbio a Giuntoli.

Molti dubbi riguardano la difesa, ma il vero dilemma è inerente la fascia sinistra, dove il dualismo Strinic-Ghoulam non ha mai dato frutti. Il croato è passato sempre in secondo piano rispetto all’algerino, con Sarri che non è mai riuscito davvero a inserirlo nei propri schemi difensivi.

Calciomercato Napoli, la banda degli esonerati

Tra i due terzini mancini ad avere maggiori probabilità di dire addio al ‘San Paolo’ è di certo Strinic, che non sarebbe però l’unico esubero della rosa ad andar via. Alle spalle di Reina sono pronti all’addio sia Sepe che Rafael, quasi inutilizzati in questa stagione. Il primo ha collezionato 0 minuti, mentre il secondo due brevi apparizioni.

Chiriches ha offerte in Italia, con la Sampdoria interessata, così come all’estero. Il Galatasaray ad esempio vorrebbe portarlo in Turchia. Da decidere anche il futuro di Tonelli, che ha giocato davvero poco quest’anno, anche a causa di svariati infortuni, siglando però due reti importanti. Difficile pensare che il Napoli si privi di entrambi. Maggio infine pare davvero giunto alla fine della propria esperienza campana. Ha voglia di giocare ma, per l’età e il passo, è impossibile farlo con Sarri.

Napoli, dal centrocampo all’attacco: come cambia la rosa di Sarri

A centrocampo Grassi andrà via, come annunciato dal suo procuratore, per un prestito di due anni. Terminato il biennio, si valuterà la situazione. Se il ragazzo sarà reputato all’altezza del Napoli, troverà un posto in rosa, altrimenti verrà ceduto a titolo definitivo. Giaccherini aspetta invece i prossimi acquisti. Se Berenguer dovesse giungere a Napoli, è molto probabile che chieda d’andar via. Gli spazi infatti, già risicati, diventerebbero ancora più angusti per lui.

In attacco i nomi sono due, Leonardo Pavoletti, giunto a gennaio per sostituire Milik e ora, a quota zero gol e con poche presenze all’attivo, pronto ad andar via, chiuso da Mertens e dallo stesso polacco. Nessuna chance infine per Duvan Zapata, che tornerà a Napoli solo di passaggio. Finito il biennio all’Udinese, De Laurentiis intende ottenere una ricca plusvalenza. Soltanto per lui vengono chiesti 25 milioni di euro, con l’Everton interessato. Il Napoli attende di capire come si risolveranno tutte queste trattative prima di agire, sapendo che, nella migliore delle ipotesi, potrebbe ottenere ricavi per 100 milioni di euro circa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here