Napoli, a Dimaro novità tecnologiche e tante amichevoli

0
568
napoli ritiro dimaro

Una novità assoluta per Maurizio Sarri. L’allenatore toscano non ha mai affrontato un preliminare di Champions, un appuntamento fondamentale da preparare in maniera dettagliata e senza distrazioni. Per questo il Napoli si ritroverà a Dimaro dal 5 al 25 luglio per una preparazione accurata con alcune novità introdotte per affrontare un ostacolo così importante. Nessun tour all’estero, niente introiti extra e la necessità di cambiare registro abbandonando la tradizione fatta di tante sedute, aria di montagna e tre settimane di duro lavoro. In vista quindi una piccola rivoluzione sostanziale nei metodi di lavoro, cercando di coniugare la classica preparazione alla tecnologia d’avanguardia.

Napoli, tante amichevoli e la novità robot

In Val di Sole il programma prevede meno sedute doppie e più partitine, quattro nei giro di dieci giorni. Sfide contro Bassa Anaunia, Trento, Carpi e Chievo, avversari in crescendo per alzare sempre più il livello in vista di ferragosto quando il Napoli scenderà in campo per conquistarsi un posto nei gironi Champions. La preoccupazione è tanta è così al termine del ritiro ci saranno almeno altri quattro incontri, tra questi la prestigiosa Audi Cup con Atletico Madrid e una tra Liverpool e Bayern Monaco. Ma prima ci sarà Dimaro con la massima attenzione ai movimenti difensivi, al sincronismo tra compagni di reparto e alla tenuta atletica. Per quest’anno lo staff dell’allenatore toscano ha anche inserito una novità assoluta dal punto di vista tecnologico. Oltre agli ormai famosi droni per studiare al meglio i movimenti della squadra, ci saranno dei robottini che provvederanno a mantenere invariata l’altezza dell’erba. Cura dei particolari, tradizione e tecnologia, Sarri non vuole lasciare nulla al casa e garantire alla sua squadra una preparazione efficace ed ottimizzata.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here