Napoli, suggestione Berardi: Giuntoli ha parlato con l’agente

0
463

Sky Sport ha parlato nel pomeriggio di oggi di un colloquio tra Cristiano Giuntoli ed il procuratore di Domenico Berardi, con lo scopo di sondare il terreno in vista di un trasferimento al Napoli in futuro. Non è un mistero che il mancino calabrese in forza al Sassuolo piaccia a Maurizio Sarri, che apprezza elementi dalle caratteristiche tecniche simili a quelle del fantasista neroverde, e la mossa di Giuntoli potrebbe essere inquadrata per l’appunto in ottica calciomercato Napoli 2018, per poter portare tra 12 mesi il giocatore all’ombra del Vesuvio. Bisognerà vedere però cosa vorrà fare il Sassuolo nel post-Di Francesco, con l’ex allenatore del sodalizio presieduto da Giorgio Squinzi nel frattempo passato sulla panchina della Roma e che pure sarebbe felice di poter portare Berardi con se in giallorosso.

Sul piano tecnico Berardi apporterebbe dei cambiamenti notevoli nel gioco del Napoli: il ragazzo, fra i tre interpreti di attacco azzurri somiglia abbastanza ad Insigne e soprattutto Mertens ma andrebbe collocato a destra, nella posizione dell’insostituibile Callejon, il quale gioca in maniera differente spaziando in un raggio molto più ampio e nel quale l’iberico offre tanta corsa e tanta copertura in fase di non possesso al Napoli. Berardi è invece più attaccante, abituato al dribbling ed alla conclusione pregevole, esattamente come fanno Insigne e Mertens. Per ora parliamo di una suggestione, che se però dovesse concretizzarsi tra 12 mesi porterebbe il Napoli a dover rinunciare inevitabilmente a qualche altro elemento importante in avanti.

Calciomercato Napoli, Berardi è una idea che tenta

Il calabrese compirà 23 anni il prossimo 1° agosto e quindi rientra nei parametri che il Napoli è solito stabilire per i propri obiettivi di mercato: oltre al talento infatti, il club azzurro è molto attento anche alla carta d’identità, e Berardi ha ancora davanti a se molti anni da poter ancora spendere sui campi di gioco, e possibilmente dovrà migliorare ancora di più, non solo con il pallone tra i piedi ma anche dal punto di vista comportamentale, visto che in passato è stato protagonista di più di un episodio in cui ha dimostrato di non saper controllare il nervosismo. Con Sarri però quest limiti caratteriali verrebbero ridotti allo zero. Intanto non resta che aspettare. Nel frattempo gli azzurri continuano ad essere presenti su Mario Rui: l’affare con la Roma potrebbe andare in porto in tempi brevi.

Salvatore Lavino

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here