Sepe e Rafael “rischiano” di restare azzurri: il napoletano sarebbe il ‘vice’

0
632

 

Sembra davvero incredibile, ma dopo mesi di discussioni e decine di nomi accostati al Napoli appare sempre più probabile che la situazione portieri resti esattamente così com’è. Rulli, Leno, Szczesny e chi più ne ha più ne metta. Prima doveva essere il primo portiere, poi con la conferma di Reina si pensava dovesse arrivare un “vice” adeguato che prendesse il posto di Sepe e di Rafael. Alla fine la situazione è sempre più in via di definizione. Reina resterà, e con lui dovrebbe restare anche Sepe, e forse incredibilmente anche il brasiliano Rafael.

Calciomercato Napoli, la situazione portieri da Reina a Sepe: resta tutto intatto?

Quindi il rischio è che ci sia stato tanto rumoe per nulla. Decine e decine di nomi accostati al calciomercato Napoli, lunghe trattative e mesi di attese, ora rischia di chiudersi tutto con un nulla di fatto. Il primo obiettivo era Rulli, ma la Real Sociedad dà una valutazione troppo elevata del giocatore. Dunque discorso rimandato al 2018, quando Reina, in caso di non rinnovo, potrebbe lasciare Napoli e l’argentino prendere il suo posto. Come secondo portiere circola da settimane il nome di Karnezis. I numerosi contatti con l’Udinese, però, non hanno portato ad un accordo, e con sempre più probabilità il reparto portieri azzurri non subirà nessuna rivoluzione in questa stagione. A questo punto a prendere il posto di secondo dietro lo spagnolo, in questa stagione, potrebbe essere Sepe. Il Napoli starebbe pensando di rinnovare il contratto all’ex Fiorentina proponendogli anche un leggero adeguamento dell’ingaggio. Sepe accetterebbe di buon grado il ruolo di vice Reina. Resta solo da capire quale sarà il futuro di Rafael, per il quale in sostanza c’è la stessa problematica legata a Sepe ma ancora più marcata. Entrambi hanno un ingaggio fuori portata per le squadre che potrebbero acquistarli e quindi restano al palo. Il Napoli non sa come piazzarli e “rischia” di doverseli tenere, salvo offerte clamorose. Con Sepe c’è l’intenzione di provarci, di blindarlo come secondo portiere e di puntarci anche in chiave futura. Con Rafael invece lo stipendio elevato è una zavorra di cui è sempre più difficile liberarsi. E quindi il mercato azzurro rischia di restare bloccato così, per l’impossibilità di cedere. Una bella gatta da pelare per Giuntoli e anche per Sarri.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here