Cannavaro: “Sarri un maestro e un esempio nel calcio che conta”

0
164
Sarri conferenza Stampa
Sarri © Getty Images

Intervenuto ai microfoni di ‘Sky Sport’ e ‘Premium Sport’, Fabio Cannavaro, attuale tecnico del Tianjin Quanjian, ha parlato del Napoli primo in classifica come riferiscono le più recenti news Napoli: “E’ un segnale molto forte e importante: il Napoli negli ultimi anni ha cambiato pochissimo se escludiamo Higuain. E’ una squadra che diverte e incanta ma serve continuità, perché è importante iniziare bene ma è più importante finire meglio”.  Per lo Scudetto sarà una lotta con 2 o 3 squadre per l’ex Pallone d’Oro: “Juve, Napoli, Inter e Roma sono squadre strutturate che possono lottare fino alla fine per il titolo. Rispetto all’anno scorso è rientrata in corsa l’Inter ma penso che bianconeri e azzurri abbiano ancora qualcosa in più, soprattutto sotto il profilo dei giocatori e della qualità del gioco”.

Napoli, Fabio Cannavaro elogia Maurizio Sarri

Il Napoli vince e convince e rispetto alle scorse stagioni sono cambiate tante cose: “In passato gli azzurri hanno sbagliato con le piccole, questo inizio campionato ci fa ben sperare perché i bianconeri hanno già la mentalità vincente. Come Maradona, Giordano e Careca? Non bisogna fare confronti adesso perché loro hanno vinto. Speriamo a fine anno di poterli paragonare a Callejon, Mertens e Insigne“. Tutto questo è stato possibile grazie a Sarri: “E’ un maestro, il fatto che sia arrivato tardi nel calcio che conta è un esempio: bisogna sempre portare avanti le proprie idee perché prima o poi l’occasione arriva”. Infine, Cannavaro ha parlato delle proprietà cinesi di Inter e Milan: “Hanno disponibilità economica e lotteranno per i grandi obiettivi di sempre ma serve tempo per organizzarsi: il Napoli, per esempio, è arrivato a questi livelli dopo 10-12 anni”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here