FOCUS AZZURRO – Napoli, ricompattarsi e ripartire

0
620
Napoli
Napoli © Getty Images

Gli azzurri di Sarri pareggiano contro il Chievo e perdono un poco di vantaggio rispetto alla Juventus, che dopo un paio di partite alquanto stentate riprende quota e spera di conquistare il settimo scudetto consecutivo. Perchè, diciamoci la verità, ancora una volta la diretta antagonista per la vittoria finale sarà la Vecchia Signora, che battaglierà fino al termine della competizione. Intanto il Napoli commette un passo falso nella fatal Verona. La banda Sarri contro il Chievo ha giocato una partita lenta e approssimativa, lontano dalle prestazioni che fino ad ora ci aveva abituato ad ammirare. Dipenderà forse dagli impegni continui che il Napoli sta sostenendo, ma comunque bisogna registrare che contro la formazione veronese si è vista la peggiore partita dei partenopei in questo campionato.

Napoli, il pari di Verona: bisogna rialzare la testa

Benino la difesa con Sepe che ha sostituito degnamente Reina, reduce da un vecchio problema alla schiena. Passabile la prova dei due terzini Hysaj e Mario Rui. Il primo ha svolto il suo puntale compitino presiedendo la fascia d’appartenenza senza però mai incidere notevolmente. Sufficienza striminzita per Mario Rui che in alcuni frangenti ha fatto rimpiangere l’infortunato Ghoulam. Positivo il comparto centrale con Albiol e Koulibaly che ormai rappresentano una coppia affidabile e competitiva. Brutta la partita del centrocampo azzurro, con Hamsik sottotono ormai da tempo, Jorginho imbrigliato dal centrocampo avversario e Zielinski che non si ricorda per nessuna giocata di rilievo e appare molto lontano dal calciatore elogiato la scorsa stagione. Impalpabile la prova del reparto offensivo, con Callejon stanco e impreciso sottoporta, Mertens che non ha più la lucidità dei periodi migliori e con Insigne che è l’unico portatore sano di fantasia tra la mediocrità imperante di questa sfida. Adesso il campionato si ferma per la sosta delle nazionali dove saranno impegnati ben quattordici azzurri. Quindi per alcuni sarà solo un riposo apparente. Sarri in questo periodo dovrà essere bravo a ricompattare la squadra e a rilanciarla in campionato dopo l’ultima opaca prestazione. C’è bisogno di rigenerarla fisicamente e mentalmente dopo che è stata penalizzata dagli infortuni di Milik e Ghoulam. Solo in questo modo il Napoli potrà ripresentarsi in grande stile per lottare fino alla fine per lo scudetto.

di Ferdinando Guma

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here