Insigne: “Sognavo i Mondiali, ma ora penso solo allo scudetto col Napoli”

0
386
Lorenzo Insigne © Getty Images

Lorenzo Insigne, in una lunga intervista concessa a ‘Il Mattino’, è tornato a parlare della deludente parentesi in Nazionale: “È vero che il c.t. mi ha messo a giocare come centrale di centrocampo e che la cosa sulle prime ha destato la mia sorpresa. È un ruolo che non ho mai avuto modo di coprire, del resto non ne ho le caratteristiche. Ma per l’Italia questo ed altro, avrei giocato anche in porta, se necessario. De Rossi è un leader vero. Lo ringrazio per aver sollecitato il mio ingresso in campo. Sognavo davvero tanto poter giocare i Mondiali, ma a questo punto se ne parla tra quattro anni, quando non sarò più giovanissimo ma avrò comunque l’età giusta per poter dire la mia“.

Napoli, Insigne pensa solo allo scudetto

L’attaccante potrà ora concentrarsi sul Napoli: “Adesso la mia testa è tutta rivolta al Napoli, lo stadio ‘San Paolo’ mi darà la carica giusta per fare bene. Tutta la mia concentrazione sarà rivolta esclusivamente al Napoli ed alla vittoria dello scudetto. Noi ci proveremo, ma sarà molto importante non perdere punti per strada da qui alla fine del campionato. Milan e Shakhtar rappresentano due impegni cruciali per il Napoli. Noi contiamo sul nostro pubblico, come accaduto con Inter e Manchester City. Proprio il Milan rappresenta una trappola, io non lo giudico già negativamente dopo sole 12 partite, quando i nuovi acquisti si intenderanno alla perfezione sarà una squadra temibile“. Insigne crede ancora nell’accesso agli ottavi di finale di Champions League: “Il Napoli vuole riscattarsi dopo il ko col City, qualificarci agli ottavi di Champions League è ancora possibile ma dovremo vincere contro gli ucraini. Se poi non dovessimo farcela sarà solo colpa nostra. Dispiace per l’infortunio di Ghoulam, ma questo non deve abbatterci, lui tornerà più forte di prima. Io sento di essere migliorato molto negli ultimi anni, come uomo e come calciatore. In campo ho trovato maggiore continuità ed anche il rendimento ne ha beneficiato, tutto questo mi rende pronto a compiere una grande impresa per Napoli e per la sua gente, ma serve continuità di risultati“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here