Verso Atalanta-Napoli, Hamsik: “Sfida importantissima, ma non so se ci sarò”

0
335
Marek Hamsik © Getty Images

Marek Hamsik, capitano del Napoli, ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni del portale slovacco ‘futbal.pravda’. Dopo un avvio difficile, il centrocampista è tornato ai livelli  delle passate stagioni: “Sono contento di essermi messo quel periodo alle spalle. Ho ritrovato il gol, battuto il record di gol e adesso ho anche goduto di un po’ di meritato riposo. Sono pronto per ripartire e per aiutare il Napoli a fare più punti possibili. Bisognerà riuscire a mantenere l’attuale efficacia in difesa”. Testa, ora, al campionato e alla lotta scudetto con la Juventus: “Ci siamo noi e loro, poi a 9 punti di distanza figura l’Inter, che ha perso parecchia strada. Le cose si stanno definendo in maniera importante. Tutti noi del Napoli speriamo di interrompere il predominio dei bianconeri, ma comunque alla fine non sottovalutiamo nemmeno le altre perché ci sono ancora diversi punti a disposizione”.

Napoli, Hamsik tra presente e futuro: “Non ho alcuna intenzione di andarmene”

Lo slovacco ha poi parlato della difficile trasferta sul campo dell’Atalanta: “Con l’Atalanta sarà una sfida molto insidiosa. Loro ci hanno battuti appena iniziato il 2018, eliminandoci dalla Coppa Italia. Ed anche l’anno scorso in casa loro perdemmo malamente. Per cui se dovessimo riuscire a vincere a Bergamo daremmo un segnale importante, anche se non decisivo”. Il capitano azzurro, alle prese con l’influenza ed una fastidiosa tonsillite, è però in dubbio per il ‘lunch match’ di domenica: “Mi sono affidato allo staff medico del Napoli, saltando l’allenamento di martedì. Onestamente non so se domenica giocherò, ma i dottori mi stanno aiutando”.

Il centrocampista è poi tornato a parlare del recente record di gol con cui ha superato Maradona: “Stavo aspettando la rete dell’aggancio, la numero 115, ed è stato bellissimo vedere il pallone in porta contro il Torino e capire che ce l’avevo fatta. Una settimana dopo è arrivato anche il 116° gol, contro la Sampdoria davanti ai miei tifosi. C’erano sessantamila persone in piedi che urlavano il mio nome, una cosa che ricorderò per tutta la vita”.

Infine, Hamsik ha giurato fedeltà al Napoli: “Non ho alcuna intenzione di andarmene. Prevedere quello che accadrà tra un anno o due non è possibile, ma la mia intenzione è quella di restare per vincere lo scudetto, è il mio obiettivo principale, anche se la corsa si farà decisiva a partire da marzo. L’anno scorso il nostro andamento fu incredibile e riuscimmo a vincere quasi tutte le partite, quest’anno ci siamo migliorati enormemente partendo a razzo già dall’inizio del campionato. Dobbiamo continuare così”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here