L’agente di Koulibaly conferma il momento d’oro del suo assistito e spera nello scudetto del Napoli

0
366
Kalidou Koulibaly © Getty Images

“Il presunto fallo di mano di Koulibaly contro il Bologna è un episodio che può succedere. Ci sono arbitri che lo ritengono da punire ed altri che lasciano correre”. Parla così il procuratore di Kalidou Koulibaly, Bruno Satin, a Radio CRC e poi aggiunge: “Bisogna soppesare diverse variabili, ma le polemiche su quanto accaduto sono state eccessive. Magari la prossima volta si sceglierà di fischiare contro il Napoli (ride, ndr)”. Il difensore azzurro sta disputando la sua migliore stagione in assoluto, dimostrando di essere cresciuto sotto ogni aspetto.

Satin in proposito afferma: “Non so stabilire il suo valore in termini economici, del resto non è il mio compito fare i prezzi. È un qualcosa che compete al Napoli, con il quale il rapporto al momento è eccellente. Ad ogni modo non è il caso di parlare di certi discorsi, anche perché occorre lasciare la squadra serena e concentrata sulla corsa scudetto. Tutti i calciatori azzurri stanno dimostrando l’atteggiamento giusto ed è bello vedere che i proclami lanciati ad agosto stanno trovando seguito ora che è arrivato febbraio”.

Napoli, il procuratore di Koulibaly sottolinea i progressi della squadra

L’agente di Koulibaly prosegue con parole di elogio alla squadra di Sarri che fanno eco a quelle di Callejon di qualche giorno fa. “Il Napoli è diventato migliore, è una squadra davvero forte e lo dimostra anche quante volte gli è capitato di ribaltare il risultato dopo essere passato in svantaggio. L’ultima occasione del genere si è verificata proprio domenica scorsa contro il Bologna. La Juventus resta una avversaria più che temibile, ma avrà da giocare la Champions League ed ora che la competizione è giunta alla fase ad eliminazione diretta i bianconeri saranno costretti a spendere parecchie energie”. Satin torna anche sulla vittoria del Napoli in casa dell’Atalanta di quasi due settimane fa: “È stato un successo bello perché battere i bergamaschi in casa loro non è mai facile. E la vittoria è servita pure a zittire i razzisti ignoranti. Questo è un problema che in Italia si sta dimostrando cronico e che va risolto una volta per tutte”.

Alessandra Curcio

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here