FOCUS AZZURRO – Napoli-Spal: geometrie e fosforo

0
303
Allan e Insigne
Allan e Insigne © Getty Images

Il Napoli continua la sua corsa in campionato battendo di misura la vittima Spal. Gli uomini di Sarri non hanno giocato una partita esaltante, ma sono riusciti in apertura del primo tempo ad andare in rete ed hanno amministrato il risultato brillantemente fino alla fine. Buona la prova del comparto difensivo, con Reina che è stato poco impegnato, ed i due esterni bassi che hanno svolto il loro puntuale compitino. Ancora una volta, magistrale la gara dei due centrali difensivi. Albiol ha amministrato egregiamente la difesa, rintuzzando positivamente le rare folate avversarie. Koulibaly che si conferma sempre di più il solito mostruoso difensore ammirato fino ad oggi. Gli riesce praticamente tutto ed è bravo anche ad aiutare i compagni del reparto offensivo. Discreta prova anche del centrocampo partenopeo con Allan solito mastino della mediana azzurra che ha anche il merito di sbloccare il risultato. Quella del centrocampista brasiliano è forse la migliore stagione all’ombra del Vesuvio. Jorginho è il solito organizzatore del gioco della squadra, geometrie e fosforo al servizio della banda Sarri. Leggermente sottotono la gara di capitan Hamsik, che non riesce mai ad imprimere la sua tecnica e la sua forza nella sfida contro la Spal. Ampiamente positiva la partita del reparto offensivo. Bravo Callejon che è il solito metronomo instancabile della formazione azzurra. Mertens ha giocato leggermente al di sotto dei suoi standard abituali mentre Insigne riesce a confezionare, anche contro la Spal, assist a grappoli per i compagni di reparto. In definitiva il Napoli riesce a ritornare in testa alla classifica con una gara attenta e matura; saranno importanti anche questi ingredienti per continuare a sognare fino al termine del torneo.

Di Ferdinando Guma

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here