Napoli-Chievo e quei fischi ingenerosi a Lorenzo Insigne: ora dimentichiamo tutto!

0
907
Insigne Fischi
Lorenzo Insigne © Getty Images

 

Che liberazione. Il gol di Diawara nei minuti di recupero di Napoli-Chievo è stato come togliersi un peso, per una città intera, che aveva accumulato sulle proprie spalle il peso di un fallimento imminente. Lo zero a zero, la frustrazione, poi il rigore sbagliato da Mertens che evoca fantasmi di un passato recente e per nulla piacevole. Infine il gol di Stepinski che tramortisce il Napoli e carica ulteriormente (e negativamente) un ambiente sull’orlo di una crisi di nervi. Esce Hamsik e qualcuno accenna dei fischi, poi Insigne sbaglia un passaggio e a quei fischi se ne aggiungono altri. Pochi altri, a volerla dire tutta. La maggior parte dello stadio intanto continuava a sostenere la squadra e qualcun altro semmai intonava cori contro De Laurentiis.

Napoli-Chievo, i fischi ad Insigne sono proprio ingenerosi

Insigne Napoli
Lorenzo Insigne © Getty Images

Ma Insigne quei fischi di Napoli-Chievo – oltremodo ingenerosi – li sente, gli fanno male e risponde con un brutto gesto. Tutto passato, tutto superato, anche perché lui risponde da campione. Il lancio di 40 metri sulla testa di Milik spazza via ogni mugugno, l’arcobaleno di Diawara fa esplodere lo stadio. E’ l’apoteosi, il pubblico di Napoli si abbraccia e in un attimo si dimentica tutto. La tensione, i fischi, la frustrazione e la paura di non farcela. Ora tutti ci credono di nuovo, forse questo successo ormai insperato può essere davvero la molla per l’ultimo slancio in vista di Juve-Napoli. E Insigne? Insigne esce dal campo rabbuiato ma tutto sommato felice per la vittoria. Pace fatta? Lo speriamo. In fondo si rema tutti per lo stesso obiettivo e tensioni del genere sarebbe meglio evitarle.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here