Napoli, rinnovo e cessione: l’ultima idea di Giuntoli

Calciomercato Napoli: l’ultima idea di Giuntoli per il giocatore è il rinnovo e la cessione in prestito. Tutto questo per facilitare l’acquisto di Raspadori. 

Quando sembrava potesse essere finalmente la sua occasione con il Napoli in Serie A, ecco l’indiscrezione di Sky Sport che spiazza i tifosi e forse anche il calciatore stesso. La società azzurra sta pensando a questa mossa per controllare comunque il ragazzo ma al tempo stesso mandarlo via in prestito per facilitare un’altra trattativa in entrata, quella per Giacomo Raspadori con il Sassuolo.

Giuntoli
Giuntoli (ANSA)

Il giocatore in questione è Alessio Zerbin, un classe 1999 che da tanti anni ormai è legato contrattualmente al Napoli ma finora non ha mai avuto l’opportunità di dimostrare le sue qualità. Ha trascorso un’estate importante con la convocazione e il debutto con la Nazionale di Roberto Mancini, dopo un ottimo anno in prestito al Frosinone. Un momento magico che si pensava potesse continuare con una chance nel Napoli di Spalletti nel ruolo di esterno a sinistra. Invece, secondo Sky Sport, Zerbin può diventare presto una pedina chiave per l’affare Raspadori con il Sassuolo.

Raspadori al Napoli: la pedina che può sbloccare l’affare

Secondo quanto riportato dall’emittente satellitare, il programma di Giuntoli per il futuro di Zerbin è il seguente: rinnovo di contratto (al momento in scadenza nel 2025) e prestito al Sassuolo, il quale ha espresso un certo gradimento per le qualità del ragazzo. C’è da capire se Carnevali, amministratore delegato dei neroverdi, spingerà per inserire almeno un diritto o un obbligo di riscatto, ma nella testa del Napoli c’è l’idea di testarlo in una squadra di Serie A per poi riportarlo alla base.

Zerbin ha 23 anni e, nonostante delle buone qualità (e la convocazione in Nazionale lo dimostra), non è ancora riuscito a fare il suo debutto in Serie A. Sassuolo può essere sicuramente una piazza importante per lui, anche perché questo potrebbe facilitare l’affare Raspadori; difficile però pensare che gli emiliani accettino un prestito secco. Si andrà avanti a trattare anche su questo fronte ma l’idea del rinnovo e della cessione in prestito è molto concreta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.