Polemiche DAZN, il messaggio del Napoli fa infuriare i tifosi

Il Napoli fa arrabbiare i propri tifosi, e non solo, con un messaggio social. Un’uscita evitabile dopo quanto accaduto nelle ultime ore.

Un week-end di grande caos quello appena trascorso per i tifosi italiani. Il disservizio DAZN ha creato davvero tanti disagi agli abbonati, tanto da non permettere la visione di intere partite come nel caso di Lazio-Bologna, Fiorentina-Cremonese e Salernitana-Roma. Ma i problemi erano iniziati già il giorno prima per MilanUdinese e Lecce-Inter.

De Laurentiis
De Laurentiis (LaPresse)

Sui social è successo il finimondo, ovviamente. Ed è iniziata una vera e propria lotta contro la piattaforma streaming che, nonostante il raddoppio dei costi, non è ancora in grado di risolvere i problemi tecnici che l’hanno sempre caratterizzata, fin dal primo giorno. Una situazione imbarazzante che ha costretto la Lega Serie A ad intervenire con una dura lettera in cui si prega di trovare una soluzione il prima possibile. Ci stiamo avvicinando a VeronaNapoli e JuventusSassuolo, due partite che raccolgono milioni di tifosi in Italia, quindi la preoccupazione è tanta. DAZN in questi minuti sta mandando via mail a tutti gli abbonati un link alternativo in caso di guasti, quindi vuol dire che la situazione non è ancora del tutto risolta. E proprio durante tutto questo caos, è arrivato il messaggio social del Napoli che fa infuriare ancor di più i tifosi.

DAZN Verona Napoli pirateria
Microfono DAZN (LaPresse)

Napoli, tifosi infuriati: il messaggio è inopportuno

Il Napoli infatti si è uniformato a tutti i club di Serie A con lo slogan “La pirateria uccide il calcio“. Un messaggio ridicolo (in generale, non quello del club azzurro) vista la situazione disastrosa in cui versa la piattaforma che detiene i diritti delle partite. Una quantità di messaggi, commenti e citazioni enormi sotto al tweet fuori dal comune per esprimere tutto il malcontento e la rabbia.

Dopo quanto successo in questi giorni il Napoli avrebbe potuto evitare il post? Forse sì, ma è probabile che ci sia un accordo non scritto fra tutti i club di Serie A e la Lega per far passare il messaggio. Vedremo cosa accadrà stasera e se il problema si presenterà. Alcune fonti non escludono un clamoroso ribaltone in caso di nuovi disservizi, con un’eventuale sublicenza a Sky come prima opzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.