“Scettro e corona”, Giuntoli se la gode: Napoli, la sentenza è netta

Il direttore sportivo del Napoli Cristiano Giuntoli è stato ampiamente promosso al termine del calciomercato estivo

Il calciomercato del Napoli è stato particolarmente intenso. La società di Aurelio De Laurentiis ha cambiato molto nel corso dell’estate. Tra partenze eccellenti e arrivi di prospettiva, Luciano Spalletti può contare su una rosa di qualità.

Giuntoli sorridente
Giuntoli (LaPresse)

Il tecnico toscano è stato accontentato dal direttore sportivo Cristiano Giuntoli che si è mosso con disinvoltura riuscendo a soddisfare tutti gli obiettivi del club partenopeo. Questo in poche parole è il giudizio del ‘Corriere dello Sport’, che ha elogiato senza troppi giri di parole l’operato del direttore sportivo al quale non è riuscita soltanto la ciliegina sulla torta.

Kvaratskhelia celebra una rete
Kvaratskhelia (Ansa Foto)

“Scettro e corona”, il ‘Corriere dello Sport’ promuove senza mezzi termini il lavoro di Cristiano Giuntoli

Il ‘Corriere dello Sport’ ha promosso il lavoro del direttore sportivo del Napoli Cristiano Giuntoli. Il ds ha portato sotto il Vesuvio Raspadori, Olivera, Kim, Ndombelé, Kvaratskhelia, Simeone, Sirigu e Ostigard. Con questi il Napoli ha sostituito i partenti e aumentato le scelte a disposizione di Luciano Spalletti.

Il quotidiano romano consegna “scettro e corona” a Giuntoli e parla di “capolavoro” nel giudicare la partenza di Fabian Ruiz, passato al PSG per 23 milioni di euro a meno di un anno dalla scadenza del suo contratto e con nessuna volontà di rinnovare.

La ciliegina della torta, poi, scrive ancora la testata capitolina, sarebbe stata rappresentata dall’arrivo di Keylor Navas. Il portiere del PSG avrebbe aumentato “lo spessore internazionale” di una rosa che ha perso Mertens, Insigne, Ospina e Koulibaly.

L’altro grande colpo compiuto da Giuntoli è stato considerato pure l’abbattimento del monte ingaggi. Il Napoli, infatti, per il ‘Corriere’, è riuscito ad abbassarlo di “una quarantina di milioni lordi”. Soddisfazione è stata espressa pure per la cessione do Ounas al Lilla per 2.5 milioni più altri 500mila di bonus e il 40% sulla futura rivendita e per il prestito di Ambrosino, che dopo l’ottimo rendimento in Primavera avrà la possibilità di cimentarsi con il difficile campionato di Serie B con la maglia del Como.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.