Napoli in festa, poker al Liverpool e primato nel girone di Champions

Partita senza senso del Napoli allo stadio Maradona contro il Liverpool, una prestazione sontuosa dei ragazzi di Spalletti

Le premesse alla vigilia della partita erano ben diverse per entrambe le squadre. Il Liverpool arrivava al Maradona da favorita assoluta dell’intero girone. Ma le cose oggi sono state complicate per Jurgen Klopp. I partenopei sono partiti subito col botto, con una grande azione culminata con un fallo di mano nell’area dei Reds e conseguente rigore. Dagli 11 metri bravissimo Zielinski a battere Alisson. Bene anche Victor Osimhen, che però ha sbagliato il rigore che proprio lui stesso si era guadagnato per un fallo di Van Dijk.

Napoli-Liverpool 4-1
Zielinski, Kvaratskhelia, Politano (LaPresse)

Il Napoli non si è disunito, per dirla alla Paolo Sorrentino, anzi. Zielinski-Anguissa sono stati protagonisti di una triangolazione paurosa che ha portato al 2-0. Sembrava un sogno, è diventato realtà quando Giovanni Simeone ha firmato il tris su un’azione clamorosa di Kvaratskhelia. Il Cholito è poi scoppiato in lacrime e ha baciato il suo tatuaggio.

Napoli-Liverpool 4-1
Zielinski (LaPresse)

Napoli-Liverpool, azzurri sontuosi: primi nel girone

Nella ripresa il Liverpool avrebbe voluto mettere il Napoli alle corde, ma su un contropiede uno straordinario Piotr Zielinski ha firmato il poker, battendo Alisson con un tocco sotto sulla ribattuta. Il Maradona era già esploso al momento del calcio d’inizio fischiato da Del Cerro Grande. I tifosi non hanno smesso di cantare un minuto, nemmeno quando Luis Diaz ha trovato il gol del 4-1 battendo Meret con un tiro a giro.

I Reds ci ha provato fino alla fine, ma oggi il Napoli era avvolto da un’aurea magica, inviolabile anche con le fiamme rosse dei tremendi attaccanti di Klopp. A conquistare i tre punti sono i partenopei nel 4-1 finale, primi nel girone insieme all’Ajax.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.