Napoli, una medaglia dal sindaco ad Antoine dopo la vicenda di Firenze

Napoli, un premio simbolico per Antoine, il bambino di nove anni, la cui vicenda è ormai virale. In occasione di Fiorentina-Napoli, match di questo campionato, il piccolo fu costretto a rovesciarsi la sua maglietta del Napoli allo stadio Artemio Franchi. Il padre, indotto a questa drastica decisione, reputò la scelta obbligata a causa delle crescenti tensioni venutesi a creare sugli spalti.

Napoli, una bella notiza per il piccolo Antoine. Durante Fiorentina-Napoli, le telecamere lo inquadrarono per pochi secondi: il dettaglio della maglia ‘sbiadita’ degli azzurri, da cui si comprese il suo rovesciamento, fece il giro del web in poche ore.

Un bruttissimo episodio, che certifica quanto sia ancora necessario crescere dal punto di vista umano e civile nei nostri stadi. Per fortuna, dunque, l’episodio ha fatto il giro dei social network ed Antoine, assieme alla sua famiglia, ha potuto ricevere tutta la solidarietà ed il supporto. Dai tifosi, tanti, che hanno condannato l’episodio, al club azzurro. Ieri infatti, il piccolo ha assistito da ospite a Napoli-Liverpool. Arriva anche un’altra sorpresa direttamente dal Comune di Napoli

antonio fiorentina napoli sindaco
Il piccolo Antoine nel giorno di Fiorentina-Napoli quando fu costretto a rovesciarsi la maglia azzurra.

Napoli, il Comune di Napoli abbraccia e premia Antoine dopo Fiorentina-Napoli

“Nella giornata di domani, venerdi 9 settembre, alle ore 18:30 a Palazzo San Giacomo, il sindaco Gaetano Manfredi, insieme al consigliere comunale Luigi Musto, riceverà la visita del piccolo tifoso azzurro e di suo padre protagonisti di uno spiacevole episodio nella partita del Napoli a Firenze in cui gli fu consigliato dagli steward, in un settore dello stadio Franchi, di girare al contrario la maglia del Napoli per evitare possibili contestazioni. Dopo aver assistito ieri allo Stadio Maradona alla vittoriosa partita di Champions League, saranno accolti in Comune per ricevere una medaglia celebrativa e sentire la vicinanza delle Istituzioni già manifestata nell’immediatezza del fatto, all’insegna dello sport come fattore di aggregazione e rispetto.”

Un’esperienza che Antoine e la sua famiglia non dimenticheranno mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.