Napoli, delusione per tutti prima dello Spezia: il motivo

Dopo il Liverpool i giocatori del Napoli hanno fatto una particolare richiesta a Spalletti: no secco dell’allenatore. Ecco cosa è successo

C’è ancora grande soddisfazione per quanto accaduto nella serata di mercoledì. Il Napoli in Champions ha devastato il Liverpool, finalista della scorsa edizione e fra le migliori squadre al mondo. Una vera e propria lezione di calcio. Luciano Spalletti però sa benissimo che questo entusiasmo rischia di essere un’arma a doppio taglio, e per questo motivo non vuole abbassare la guardia in vista del vicinissimo ritorno in campo.

Spalletti
Spalletti (LaPresse)

Il Napoli, infatti, tornerà subito sul rettangolo di gioco domani. Al Diego Maradona arriverà lo Spezia di Luca Gotti, una squadra in difficoltà ma che l’anno scorso è stata in grado – con tanta ma tanta fortuna – di portare a casa i tre punti dalla trasferta campana. Ecco perché Spalletti vuole che i suoi giocatori restino concentrati ed è anche per questo motivo che l’allenatore ha detto no ad una richiesta della squadra fatta proprio dopo la partita di Champions League.

Napoli, Spalletti rifiuta la proposta dei giocatori

Come scrive Il Mattino, dopo la partita contro il Liverpool i giocatori del Napoli hanno chiesto all’allenatore un giorno di riposo. Spalletti però non ne ha voluto sapere e ha rispedito al mittente la richiesta. Il tecnico ha chiesto uno “sforzo” ai suoi ragazzi e di tornare immediatamente in campo per preparare la sfida di campionato contro lo Spezia, in programma domani alle 15:00. Il periodo è intenso, ci sono davvero tante partite da giocare e c’è bisogno di un po’ di sacrificio. Ma in questo momento è importante non staccare la spina.

napoli
Napoli (LaPresse)

Dopo il match di domani contro la squadra di Gotti, il Napoli sarà di nuovo in campo martedì in Champions per affrontare i Rangers, in una trasferta davvero ostica e che nasconde tantissime insidie. Dopodiché c’è il Milan a San Siro in un vero e proprio big match per chiudere questo primo periodo ricco di impegni prima della sosta. Insomma, non bisogna mollare la presa e Spalletti lo sa benissimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.