Non solo Serie A e Champions: Napoli, c’è un altro primo posto

Un altro primato per il Napoli di Spalletti: è in testa anche in una speciale classifica, un risultato davvero straordinario

Un inizio spumeggiante quello del Napoli in questa stagione 2022-2023. La squadra di Spalletti, nonostante i dolorosi addii degli uomini più di esperienza, è una delle migliori per rendimento in questa prima parte dell’anno. Gli azzurri sono infatti in testa alla classifica di Champions League, con due vittorie e 7 gol segnati, e in quella di Serie A, in co-abitazione con Milan e Atalanta. E domani ci sarà proprio lo scontro diretto contro i rossoneri.

Napoli
Napoli (LaPresse)

Il Napoli ha fatto una campagna acquisti molto particolare. Una piccola rivoluzione, con l’addio dei “vecchi” e l’arrivo di giovani sui quali puntare per il presente e il futuro. Con l’aggiunta poi di giocatori da rilanciare, come nel caso di Tanguy Ndombele, preso dal Tottenham e reduce da anni complicati. Insomma, il giusto mix che può portare a togliersi grandi soddisfazioni. La prova che il Napoli stia volando a ritmi altissimi è data anche dai numeri, inconfutabili; Tuttosport ha reso note alcune statistiche sono davvero eloquenti.

Napoli, i numeri parlano chiaro

Come scrive il noto quotidiano, infatti, il Napoli è la squadra che ha fatto più recuperi offensivi in campionato: 60. Ed è anche la prima per tiri in porta in conclusioni a queste stesse azioni: 13. Cosa vuol dire? Molto semplice: il pressing alto, una delle armi di Spalletti e del suo Napoli, funziona benissimo e questo è anche grazie al lavoro che fanno gli attaccanti sui portatori di palla avversari. Sono loro infatti a mettere in moto la macchina quando l’opponente inizia l’azione dal basso (una tendenza sempre più diffusa in Italia e in Europa).

Spalletti
Spalletti (LaPresse)

I numeri parlano chiaro, e non possono essere contrastati. Questo Napoli non ha solo qualità: è una squadra che si muove bene all’unisono e che spesso ottiene ciò che vuole. Il pressing alto è studiato proprio per conquistare palla nelle zone pericolose di campo e andare più velocemente in porta. E la squadra di Spalletti lo fa che è una meraviglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.