Dopo Kvaratskhelia e Kim, un altro furto: maxi bottino per i ladri

Ennesimo furto ad un calciatore dopo Kvaratskhelia e Kim Min-jae: è successo nella serata di ieri, i dettagli 

Negli ultimi anni i furti nelle case dei calciatori sono diventati sempre più frequenti. In Inghilterra e Spagna in modo particolare, ma in questo periodo anche in Italia si sta vivendo una situazione molto delicata.

Kvaratskhelia
Kvaratskhelia (LaPresse)

A Napoli è accaduto di recente a Kvaratskhelia, al quale è stata rubata l’auto (poi ritrovata). Stesso destino anche per Kim Min-jae. Invece, poche settimane fa, un furto ben più grave è accaduto a casa Theo Hernandez: i ladri sono entrati in casa dove erano presenti la compagna, l’influencer Zoe Cristofoli, e il piccolo Theo jr. Per fortuna entrambi sono rimasti illesi, ma Zoe ha raccontato di aver rischiato grosso. Non è finita qui: in queste ore è arrivata l’ennesima notizia di un furto ad un calciatore.

Un altro calciatore derubato: è successo ieri

Come scrive Sportmediaset, lo sfortunato protagonista è Walace, il centrocampista dell’Udinese, impegnato ieri nella partita contro il Lecce. I ladri hanno fatto irruzione nella sua abitazione, dove fortunatamente non c’era nessuno, e hanno rubato un bottino di 200mila euro fra gioielli, orologi e abiti griffati. La rapina è avventura fra il pomeriggio e la mezzanotte di ieri.

Walace
Walace (ANSA)

Insomma, l’ennesimo episodio di una vera e propria tendenza, in Italia e non solo. Come detto anche in altri paesi non se la stanno passando bene: ne sa qualcosa Joao Cancelo, il terzino del Manchester City, il quale è stato addirittura aggredito (i lividi sul volto erano abbastanza evidenti nei giorni successivi). Così come per Aubameyang, rapinato a Barcellona poco prima del suo ritorno a Londra al Chelsea.

Adesso l’ennesimo caso in Italia, a Udine, dove Walace si è visto privato di alcuni suoi bene per una cifra piuttosto alta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.