Verona-Juventus, attacco in diretta tv: “Ci stanno danneggiando”

Verona-Juventus, caos e polemiche a causa di due rigori non assegnati ai padroni di casa. Lo sfogo di Salvatore Bocchetti in diretta su ‘DAZN’.

Salvatore Bocchetti, allenatore dell’Hellas Verona, è intervenuto ai microfoni di ‘DAZN’ per commentare la sconfitta rimediata contro la Juventus. Il tecnico degli scaligeri si è scagliato contro le decisioni del direttore di gara che avrebbe indirizzato il match a favore dei bianconeri in occasione di due calci di rigori, ritenuti evidenti, non fischiati alla formazione di casa.

Verona-Juventus, i veneti a bordo campo
Verona-Juventus, caos in diretta (LaPresse) Ultimecalcionapoli.it

Di seguito uno stralcio delle sue dichiarazioni in diretta televisiva: “Io ci credo e continuo a crederci. I ragazzi oggi hanno dimostrato e fatto una grandissima gara. Abbiamo messo in difficoltà una delle squadre migliori d’Itali. Continueremo a testa alta, ce la metteremo tutta fino alla fine”.

Bocchetti si sbraccia a bordo campo
Bocchetti, polemiche a ‘DAZN’ dopo Verona-Juventus (LaPresse) Ultimecalcionapoli.it

Verona, Bocchetti a ‘DAZN’

Poi ha proseguito: “Il rigore? A me non piace parlare di arbitri, ma quando ci sono una serie di eventi come contro il Monza… Stasera il fallo di mano era netto, non so come abbia fatto il VAR a non vederlo. Ci stanno danneggiando, mi sembra ovvio! Con le braccia aperte così, quello è rigore. A mio avviso almeno. Il braccio così aperto un difensore non può tenerlo, mi sembra assurdo non dare un rigore del genere”.

E conclude: “I ragazzi oggi hanno dato un contributo importante e hanno dimostrato di poter esserci anche i giovani. Adesso mi metteranno anche loro in difficoltà nelle scelte. Bisognerà essere forti anche mentalmente e recuperare le energie per domenica. Adesso ricarichiamo le pile, recuperiamo forze mentali. Domenica ci giochiamo un bel pezzo di salvezza. Gli attaccanti non segnano? Non sono preoccupato, per me va bene se segnano anche i difensori. Mi cambia poco chi fa gol, l’importante è farli”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.