Alvino scatena i tifosi del Milan: scoppia la polemica sui social

Il post di Alvino scatena i tifosi del Milan: è scoppiata la polemica per quanto scritto dal giornalista su Fikayo Tomori

Il calcio in Europa si ferma per il Mondiale in Qatar. Si comincia domenica con la prima partita alle ore 17:00 fra Qatar ed Ecuador.

In queste ore però si parla ancora di quanto è successo nell’ultima giornata di Serie A dello scorso week-end. Il Napoli ha vinto senza problemi contro l’Udinese, ma sono arrivate anche le risposte delle inseguitrici: l’Inter ha batttuto l’Atalanta, la Juve la Lazio e il Milan la Fiorentina a San Siro.

Tomori
Tomori (ANSA)

Ma la partita del Giuseppe Meazza ha scatenato le polemiche per via di alcuni episodi arbitrali che hanno scatenato i tifosi azzurri: il rigore non dato alla Fiorentina per fallo di Tomori su Ikoné e il presunto fallo di Rebic a metà campo su Duncan durante l’azione del gol vittoria. Molti giornalisti si sono esposti su quanto accaduto e fra i più rabbiosi è apparso Carlo Alvino.

Alvino scatenato: “In Europa è un’altra musica”

La forza del Napoli è nel fatto che nonostante gli aiuti arbitrali sono sempre a -8“, ha scritto subito dopo la partita di San Siro. Successivamente è arrivato un altro post che ha scatenato le polemiche, soprattutto fra i tifosi rossoneri. Alvino, infatti, è tornato sull’episodio di MilanChelsea: verso la metà del primo tempo, è arrivato il rosso a Tomori e il rigore per i Blues.

In quel caso ci sono pochissimi dubbi su quanto accaduto: l’arbitro in questione ha preso un grosso abbaglio e ha condizionato l’esito della partita. Non per Alvino, invece: dal nulla, e in grande ritardo, il giornalista ha pubblicato il suo pensiero su quell’episodio.

Fate vedere questo nelle scuole calcio! Ma le scuole calcio arbitrali! Questo è il fallo di Tomori in Milan-Chelsea … rigore ed espulsione! Ma in Europa si sa è un’altra musica… ed anche le scuole sono diverse o no? Ccà nisciuno è fesso!“. Il post adesso è pieno zeppo di commenti di tifosi milanisti arrabbiati e polemici. Inevitabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.