Napoli, Giuntoli guarda al terzo millennio: nel mirino due baby fenomeni

Il Napoli è molto attivo sul mercato. Il club partenopeo valuta nomi per il futuro e Giuntoli è al lavoro costante per accontentare i tifosi.

Cristiano Giuntoli è senza dubbio una delle principali armi segrete del Napoli di Aurelio De Laurentiis. La società partenopea ha cambiato molto nell’ultima stagione ed il direttore sportivo azzurro è stato assoluto protagonista. Il Napoli domina in Italia e in Europa, ma in tanti erano scettici a inizio stagione.

Giuntoli Napoli
il direttore sportivo del Napoli Cristiano Giuntoli seduto in panchina (Lapresse) Ultimecalcionapoli

Sono andati via big del calibro di Kalidou Koulibaly, Fabian Ruiz, Lorenzo Insigne e Dries Mertens, sono arrivati al loro posto calciatori sconosciuti ai più. Il club partenopeo ha ingaggiato Giacomo Raspadori e Simeone in Serie A e calciatori meno conosciuti come Olivera, Kim e soprattutto Kvicha Kvaratskhelia.

Con un colpo di poco più di 10 milioni di euro il Napoli si è assicurato un talento di prospettiva mondiale e il merito va dato soprattutto al dirigente del club campano. Ora la società non si ferma ed ha messo nel mirino diversi giovani di prospettiva, alcuni talenti del calcio mondiale.

Goncalo Esteves
il talento di proprietà Sporting Goncalo Esteves (Lapresse) Ultimecalcionapoli

Napoli, Giuntoli monitora due talenti

In vista del club di gennaio il Napoli sonda il mercato e Giuntoli ha messo nel mirino alcuni baby prodigio del calcio internazionale, magari dei ‘nuovi Kvaratskhelia’. Il club partenopeo sta monitorando il giovane 2004 dello Sporting Gonzalo Esteves, un calciatore offensivo attualmente in prestito all’Estoril.

Questo e non solo per il club azzurro. La società di Aurelio De Laurentiis guarda anche in Bundesliga ed ha messo nel mirino il talento belga Hugo Siquet, interessante profilo classe 2002 di proprietà del Friburgo. Il Napoli lavora al presente, ma anche e soprattutto al futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.