Juventus retrocessa in Serie B? La rivelazione in diretta fa tremare Elkann

Il terremoto in casa Juventus fa tremare tifosi e nuova dirigenza. Serie B? La rivelazioni in diretta non è positiva per i bianconeri.

La notizie della dimissioni dell’intero CDA della Juventus nella serata di ieri ha scosso l’intero mondo del calcio italiano. Agnelli, Nedved, Arrivabene e gli altri componenti del consiglio di amministrazione bianconero hanno rassegnato le loro dimissioni. Nel frattempo la proprietà che fa capo alla Exor capeggiata da John Elkann ha già iniziato a ricostruire la dirigenza.

Andrea Agnelli, ex presidente della Juventus
L’ex presidente della Juventus Andrea Agnelli (LaPresse) UltimeCalcioNapoli.it

Ad aleggiare sui bianconeri lo spettro dell’inchiesta per le plusvalenze. Una situazione non certo facile, come ribadito dal giornalista Stefano Agresti ai microfoni di Radio CRC. E chi evoca similitudini con Calciopoli e con le dure sentenze, trova la sponda di Agresti. “Se viene accertato un reato coma la violazione a bilancio la Juventus rischia anche la Serie B.” ha dichiarato il giornalista.

“E’ una brutta situazione quella in cui si è infilato il club bianconero.” ha continuato Agresti. “I margini per una penalizzazione e addirittura per una retrocessione ci sono tutti.” Poi passa a dare la sua opinione sul campo: “Inter e Juventus sono le avversarie del Napoli per lo Scudetto, ma adesso bisogna vedere cosa accadrà nello spogliatoio bianconero.”

Massimiliano Allegri, tecnico della Juve
Massimiliano Allegri, la sua pancina dovrebbe essere nonostante il terremoto a livello di dirigenza (LaPresse) UltimeCalcioNapoli.it

Juventus, Agresti: “Penso continueranno con Allegri”

Secondo Agresti però non ci saranno ribaltoni in campo: “La sensazione è che i nuovi dirigenti continueranno con Allegri, poi a fine stagione si vedrà in base ai risultati. Ma avendo già cambiato tutto il CdA non penso che vorranno fare stravolgimenti anche per quanto riguarda la guida tecnica.”

“C’è da dire che questo scossone potrebbe non essere uno svantaggio.” ha concluso Agresti. “Di certo non è un vantaggio. Sul mercato anche non penso ci saranno stravolgimenti. Anche se i bianconeri hanno il vantaggio di avere una proprietà che quando decide di investire sul mercato lo fa.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.