“Una volta mi disse…”: Napoli, Spalletti ricorda Mihajlovic

Le parole dell’allenatore del Napoli Luciano Spalletti che ricordano in modo emozionante Sinisa Mihajlovic, scomparso prematuramente ieri

Si è spento all’età di 53 anni Sinisa Mihajlovic, grandissimo calciatore e allenatore, ma soprattutto grandissimo uomo. E’ stato un esempio da seguire per come ha affrontato la vita e la sua malattia, che lui stesso ha definito ‘subdola e bastarda’. Dopo averla sconfitta in un primo momento, è ritornata e purtroppo non ha lasciato scampo all’allenatore serbo. Tanti sono stati i ricordi da tutto il mondo del calcio e non solo e oggi è arrivato anche quello personale di Luciano Spalletti.

Spalletti Mihajlovic
Spalletti ricorda Mihajlovic (LaPresse) UltimeCalcioNapoli.it

Il Napoli questa sera affronterà una bella amichevole con il Villarreal, e tra l’altro ritroverà anche due grandi ex come Pepe Reina e Raul Albiol. Una partita che Spalletti ha definito ‘vera, con la squadra che è già dentro l’ottica di queste grandi sfide’. Oltre a essersi soffermato sul match e sul ritiro invernale in Turchia, l’allenatore dei partenopei ha voluto ricordare anche Sinisa Mihajlovic.

Spalletti Mihajlovic
Spalletti ricorda Mihajlovic (LaPresse) UltimeCalcioNapoli.it

Napoli, Spalletti ricorda Mihajlovic

Luciano Spalletti, allenatore del Napoli, ha parlato ai microfoni di Sky Sport: “Era una persona vera, quando l’ho incontrato da avversario metteva subito in chiaro quali fossero le sue intenzioni. Odiava le maschere, infatti non ne ha mai indossate, soprattutto durante la sua malattia. Per il calcio è un momento molto triste, se avevi a che fare con lui ne uscivi rafforzato caratterialmente”. Poi continua: “Una volta ci ha segnato contro tre punizioni, aveva una precisione e una potenza incredibile, quando calciava mi mettevo dietro la panchina…”.

Poi Spalletti ha rivelato ciò che gli disse Mihajlovic: “Una volta mi disse che apprezzava molto il Napoli e la città di Napoli. Avere il suo supporto per noi, seduto vicino a Maradona, sarà un grandissimo vantaggio. Magari guardano insieme le partite”. Infatti, il tecnico serbo qualche mese fa espresse la sua volontà, quella di vedere i partenopei vincere lo scudetto per le così tante somiglianze tra il popolo napoletano e quello serbo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.