De Zerbi torna in Serie A: assalto deciso, arriva a giugno

Il nome di Roberto De Zerbi è in assoluto tra quelli che più attira diverse formazioni di prima fascia nei principali campionati europei. Anche in Italia.

Roberto De Zerbi è l’allenatore emergente che più di tutti in Italia è riuscito a stupire tifosi ed addetti ai lavori. L’ex centrocampista offensivo del Napoli tra le altre ha vissuto un percorso in continua escalation soprattutto a partire dal Sassuolo in poi.

De Zerbi al Napoli come prossimo allenatore, De Laurentiis ci pensa
Roberto De Zerbi (Foto Ansa) Ultimecalcionapoli.it

In tre anni sulla panchina del sodalizio neroverde, De Zerbi era riuscito a contribuire in maniera importante alla crescita della squadra in termini di competitività, con un undicesimo e due ottavi posti. Da lì poi è iniziata la sua parentesi estera.

Dapprima con lo Shakhtar Donetsk – con cui ha vinto la Supercoppa d’Ucraina contro i rivali di sempre della Dinamo Kiev – e con un primo posto interrotto solo dalla guerra, e poi con il Brighton.

In Inghilterra De Zerbi si è distinto per il bel gioco, per un calcio innovativo ed efficace elogiato anche da Pep Guardiola e che non a caso ha fruttato la prima qualificazione europea della sua storia al club del sud dell’Inghilterra. In Europa League i Seagulls hanno ottenuto la qualificazione ai sedicesimi di finale con 10 punti conseguiti in un girone con Marsiglia, Ajax ed AEK Atene.

De Zerbi, il Napoli starebbe pensando a lui per la prossima stagione

Non è un mistero che il profilo di De Zerbi abbia attirato già da tempo diversi club di prima fascia. In Italia il Napoli ed anche qualche altra big erano state accostate a lui. Il quale sicuramente non si lascerebbe scappare la possibilità di sedere sulla panchina di una squadra di prima fascia della Serie A.

De Zerbi al Napoli come prossimo allenatore, De Laurentiis ci pensa
Aurelio De Laurentiis (Foto Ansa) Ultimecalcionapoli.it

Il 44enne tecnico originario di Brescia è sotto contratto con il Brighton fino al 30 giugno 2026. Il suo accordo prevederebbe però l’esistenza di una clausola rescissoria fissata a 10 milioni di sterline (11,5 mln di euro circa al cambio attuale). Per il Napoli sarebbe un nome ottimo per potere aprire un nuovo ciclo nel lungo periodo.

Ora il presente è rappresentato da Walter Mazzarri, che nonostante la sconfitta contro il Real Madrid in Champions League (sostanzialmente ininfluente ai fini della qualificazione agli ottavi di finale) ed i cali di intensità visti sia contro gli spagnoli che contro l’Atalanta, è riuscito comunque a fare vedere già dei miglioramenti rispetto alla gestione tecnica di Rudi Garcia.

Mazzarri però sarà in scadenza con il Napoli a fine stagione e quello potrebbe essere il momento giusto per cercare di ingaggiarlo come nuovo allenatore. Il Brighton ha avuto un brillante inizio di campionato con però un calo evidente subito per tutto ottobre e fino a quasi tutto novembre.

La chiamata eventuale di Aurelio De Laurentiis e le necessarie garanzie per potere competere per lo scudetto e per potere garantire un ottimo percorso in Champions potrebbero allettare De Zerbi. Che in azzurro c’era già stato da giocatore dal 2006 al 2008, con però alcun impatto positivo lasciato.

Impostazioni privacy