Lutto improvviso scuote il calcio italiano, il cordoglio di un club di Serie A

Addio improvviso nel mondo del calcio italiano: ci lascia un’idolo di un top club, ricordato per essere stato uno dei “Leoni di Ibrox”

Con molto dispiacere, spesso ci troviamo di fronte a lutti nel mondo del calcio, che sicuramente fanno male ai tifosi ed agli appassionati di questo sport. Di recente, infatti, è venuto a mancare uno degli idoli di un top club italiano. L’atleta è scomparso a quasi 86 anni.

Tifosi in lacrime: è morto un idolo
Tifosi in lacrime: è morto un idolo dei tifosi della Fiorentina (Ansa) – ultimecalcionapoli.it

Stiamo parlando della scomparsa di Luigi Milan, ex calciatore della Fiorentina, venuto a mancare a due giorni dal suo ottantaseiesimo compleanno.

La notizia ha colpito profondamente gli appassionati di calcio ed i tifosi viola, lasciando un vuoto immenso nel cuore di coloro che hanno avuto il piacere di conoscerlo sia sul campo che fuori dal campo; ma soprattutto di ammirare le sue prodezze calcistiche negli anni Sessanta.

Nella stagione 1960/1961, Luigi Milan ha scritto una pagina indelebile nella storia della compagine toscana. Indossando la maglia della Fiorentina, ha contribuito alla conquista della Coppa Italia e della Coppa delle Coppe.

L’apice di questo percorso eccezionale è stato raggiunto nella finale contro i Glasgow Rangers, un match che rimarrà nella memoria degli appassionati di calcio italiano.

Il 17 maggio 1961, nel match d’andata contro gli scozzesi, Luigi Milan fu incoronato come icona della Fiorentina grazie ad una doppietta clamorosa contro i Rangers che ha consegnò la vittoria del trofeo ai toscani.

Lutto in casa Fiorentina: è scomparso Luigi Milan

Originario di Mirano, un comune della città di Venezia, il calciatore classe 1937 ha dimostrato il suo talento sul campo, guadagnandosi il rispetto e la pura ammirazione di tifosi viola e degli avversari.

Lutto per la Fiorentina
Lutto per la Fiorentina: ci lascia uno degli eroi di Ibrox (Ansa) – ultimecalcionapoli.it

La carriera di Luigi Milan non si è limitata, però, alla Fiorentina. L’ex mezzala ha giocato anche per altre compagini, quali il Venezia, l’Udinese, il Catania, l’Atalanta, il Pontedera ed infine il Rovigo, dove ha appeso gli scarpini al chiodo nel 1972.

In particolare, con le maglie del Rovigo e dell’Udinese ha segnato rispettivamente nove e dieci gol. Con la casacca della dea ha giocato per ben sei stagioni (dal 1963 al 1969), mettendo a segno 8 reti in 110 gare disputate. Successivamente ha anche allenato alcuni club quali l’Olbia, il Prato e per finire l’ASD Rondinella, nella stagione 1989-90.

La Fiorentina ha diffuso, sui propri canali social, un comunicato di cordoglio per la scomparsa di Luigi Milan, simbolo dei viola all’inizio degli anni Sessanta.

“Il presidente Rocco Commisso, la sua famiglia e l’intera società si stringono attorno alla famiglia di Luigi Milan in questo momento difficile”, si legge al termine del comunicato. Luigi Milan verrà ricordato per sempre come uno dei “Leoni di Ibrox”.

Un’icona leggendaria che ha fatto appassionare tantissimi giovani durante i suoi anni di attività nel mondo del calcio.

Impostazioni privacy