“Il calcio adesso è gratis”, arriva l’annuncio che cambia tutto

La sentenza che può cambiare il mondo del calcio: “Proponiamo partite gratis”

La Corte Europea era chiamata a esprimersi sulla lunga e controversa vicenda relativa alla Superlega e alle organizzazioni calcistiche Uefa e Fifa. Un contenzioso che risale al 2021, pieno di punti interrogativi. Adesso la sentenza, dopo il ricorso della Superlega, apre nuovi scenari per il calcio europeo e mondiale. Il ceo di A22 Sport – società che gestisce la Superlega – ha commentato la sentenza appena arrivata da Bruxelles.

Arriva la sentenza della Ue sul ricorso della Superlega: "Il calcio è gratis"
La corte Ue in favore della Superlega (Ansafoto) – Ultimecalcionapoli.it

Per la Corte dunque esiste un abuso di posizione dominante da parte degli organi Uefa e Fifa, che hanno esercitato un monopolio.

Ha ovviamente esultato anche Bernd Reichart, ceo di A22 Sport: “Il monopolio Uefa è finito, il calcio è libero adesso“. La sentenza in favore della Superlega ha dunque appurato che esiste un abuso di potere dominante, con Fifa e Uefa che sarebbero andate contro – come si legge nella sentenza – al diritto dell’Ue.

Reichart ha dichiarato in merito: “I club adesso sono liberi, dalle sanzioni e anche di determinare il proprio futuro. Noi proponiamo la visione gratuita di tutte le partite della Superlega. Anche i club saranno sostenuti, le entrate e le spese saranno garantite”.

Superlega, la sentenza della Corte Europea

La Corte Ue è dunque andata nella stessa direzione della Super League, affermando che l’approvazione preventiva delle competizioni inter club non può essere determinata da Uefa e Fifa. La Uefa dunque non può permettersi di sanzionare i club che decidono di partecipare ad altre competizioni, anche se si precisa che questa sentenza non rappresenta in automatico un via libera totale alla Superlega. In ogni caso definisce un importante crocevia per le sorti non solo del calcio ma dello sport europeo in generale.

Arriva la sentenza della Ue sul ricorso della Superlega: "Il calcio è gratis"
La Corte Ue accoglie l’appello della Superlega (Ansafoto) – Ultimecalcionapoli.it

Anche le norme, per la Corte europea, relative allo sfruttamento commerciale avrebbero rappresentato un restringimento della concorrenza in quanto non esiste un quadro regolatori di norme per Uefa e Fifa in tali ambiti, per quanto riguarda la trasparenza e l’obiettività. Uefa e Fifa sono chiamate dunque a rispettare le “regole della concorrenza”, per permettere libertà di movimento. Una parte della sentenza riguarda anche i club, che secondo la Corte Europea avrebbero subito dei gravi danni in termini commerciali, così come ai consumatori.

Impostazioni privacy