Bomba Sinner, forfait improvviso: cosa succede ora

Una notizia incredibile per quanto riguarda Sinner con il forfait improvviso a cambiare completamente le carte in tavola

Due i momenti più importanti per quanto riguarda il tennis azzurro negli ultimi mesi: la vittoria, di squadra, della Coppa Davis e l’incredibile successo di Sinner agli Australian Open. L’altoatesino ha vissuto due settimane indimenticabili compiendo due veri e propri miracoli: il primo, contro Djokovic, a Melbourne dove il serbo è stato in grado di vincere il torneo per ben dieci volte. Non meno grande l’impresa compiuta in finale dove si è trovato costretto a rimontare due set di svantaggio.

Il forfait cambia il destino di SInner
Sinner, ecco cosa succede dopo il forfait improvviso (LaPresse) – ultimecalcionapoli.it

La finale degli Australian Open ha visto Sinner imporsi contro Medvedev. I due si pensava potessero essere nuovamente protagonisti all’ATP 500 di Rotterdam che si disputerà dal dodici al diciotto febbraio. Le cose però andranno diversamente a causa dell’assenza del secondo classificato a Melbourne.

Devo cancellarmi dal torneo di Rotterdam: al termine di un percorso decisamente lungo in Australia, il mio corpo non ha recuperato velocemente per giocare e difendere il  titolo conquistato a Rotterdam dove mi piace giocare e dove spero di ritornare nel 2025“. Queste le dichiarazioni con cui Medvedev ha detto addio ad un torneo dal quale era uscito vincitore nella passata stagione.

Il riferimento al periodo lungo trascorso in Australia lo si può riassumere con un semplice dato: il tennista, a Melbourne, è stato in campo per più di ventiquattro ore e, proprio per questo, preferisce prendersi una pausa prima di tornare a grandi livelli nei prossimi tornei.

Medvedev salta Rotterdam: la grande occasione di Sinner

L’assenza di Medvedev non rende il torneo di Rotterdam più semplice nonostante manchi il campione in carica e soprattutto uno dei migliori giocatori del circuito. L’ATP 500 offre una grande occasione a Sinner in termini di classifica: l’altoatesino, qualora dovesse vincere il torneo, si prenderebbe la terza posizione nel ranking mondiale.

Sinner se vince a Rotterdam sale al terzo posto del ranking
Sinner, torneo con vista terzo posto: serve la vittoria (LaPresse) – ultimecalcionapoli.it

Un traguardo raggiunto solamente da Nicola Pietrangeli. Per farsi trovare pronto Sinner ha deciso di rinunciare al torneo di Marsiglia. Ora la grande occasione complice l’assenza di Medvedev: l’altoatesino ha tutto per arrivare fino in fondo. Gli avversari non mancheranno ma, dopo quanto successo in Australia, sono gli altri a dover temere il gioco e la personalità dell’azzurro.

Altro step importante per Sinner che deve dimostrare, dopo la conquista del suo primo slam, di saper convivere con lo status di favorito. A Rotterdam il primo passo con vista terzo posto del ranking.

Impostazioni privacy