Dybala verso il Napoli: Spalletti non si trattiene, confessione in diretta

Le parole del tecnico Luciano Spalletti su Paulo Dybala sembrano aprire alla possibilità che l’argentino possa vestire la maglia del Napoli durante la prossima stagione.

Simone Inzaghi, allenatore dell’Inter, ha affermato che la sua squadra in questo momento a livello offensivo può considerarsi al completo. La coppia Lautaro-Lukaku è stata ripristinata, Correa può ricoprire più posizioni e Dzeko è ancora molto utile in termini di gol. La stessa situazione non la vive il Napoli, che non può più contare su Lorenzo Insigne e nemmeno su Dries Mertens, e in uscita c’è anche Matteo Politano, che ha chiesto la cessione.

Spalletti in campo col Napoli
Luciano Spalletti, Napoli (LaPresse)

Inevitabile pensare a Paulo Dybala. Durante gli ultimi giorni si è diffusa la notizia di alcuni contatti del club partenopeo con l’entourage de ‘La Joya’, mentre i contatti con l’Inter sono scemati di intensità.

Cristiano Giuntoli ha smentito che la soluzione argentina possa essere alla portata del cammino che ha intrapreso il Napoli, che intende abbassare il tetto ingaggi della rosa. Tuttavia, le ultime dichiarazioni pubbliche di Luciano Spalletti sanno di apertura.

Dybala applaude ai tifosi
Paulo Dybala, Juventus (LaPresse)

Napoli, Spalletti apre a Dybala? Le dichiarazioni ai tifosi

In occasione della conferenza stampa dedicata ai tifosi, dal ritiro di Dimaro Luciano Spalletti ha risposto circa l’interesse nei confronti di Dybala, rimasto svincolato dopo l’avventura professionale alla Juventus: “Dybala piace a tanti. Ha le qualità per dare le soluzioni alla squadra. Ha fantasia e estro, un grandissimo piede. Fa poi gol e assist. Cercheremo di farlo crescere un pochino (ride, ndr)… Poi è perfetto nell’essere calciatore di una squadra forte”.

Dichiarazioni che fanno sognare i tifosi del Napoli, ma la trattativa non è sicuramente semplice a causa delle richieste economiche del giocatore. Intanto scorre il tempo verso il nuovo campionato e Dybala dovrà prendere una direzione precisa, soprattutto se vuole ancora giocarsi le sue chance per partecipare ai Mondiali di Qatar 2022.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.