Koulibaly al Chelsea, salta tutto: colpo di scena in arrivo?

Come un fulmine a ciel sereno è giunta la notizia in casa Napoli del vicino trasferimento di Koulibaly al Chelsea, tuttavia l’affare non può dirsi concluso: le ultimissime.

Il Napoli ha avanzato una proposta di rinnovo per Kalidou Koulibaly, come confermato anche da Giuntoli e Spalletti in occasione della prima conferenza stampa dal ritiro di Dimaro. Tuttavia, il difensore non ha risposto al momento. È in attesa di capire se l’ultimo grande contratto della sua carriera potesse firmarlo per una società con ambizioni ancora superiore. A quanto pare la pazienza nell’attendere è stata ricompensata dall’allettante proposta del Chelsea.

Koulibaly in campo col Napoli
Kalidou Koulibaly, Napoli (LaPresse)

I Blues avrebbero proposto 40 milioni di euro al Napoli per il cartellino del senegalese e al giocatore un accordo fino al 2025 con opzione per un altro anno ad 8 milioni di euro d’ingaggio netti. Cifre che farebbero al caso sia delle casse del Napoli che del difensore.

Diventa così difficile rinunciare al sì, ma una trattativa vive tante fasi diverse e, fin quando non tutti i tasselli sono al loro posto, tutto può accadere.

Koulibaly applaude ai tifosi
Kalidou Koulibaly, Napoli (LaPresse)

Koulibaly-Chelsea, le ultime sull’affare che cambierebbe il Napoli

Secondo le informazioni riferite da Gianluca Di Marzio, giornalista ed esperto di calciomercato di ‘SKY’, lunedì a Londra si è tenuto il primo incontro fra gli emissari del Chelsea e l’agente di Koulibaly. In quella sede è stato apparecchiato l’affare, che però non è ancora concluso. Sembra infatti che il Barcellona abbia saputo dell’insistenza dei Blues e stia facendo pressione affinché Koulibaly prenda tempo per consentire ai blaugrana di rilanciare.

In tutto ciò il difensore arriverà a Dimaro domani. Questa è la data del momento e presto farà lo stesso il presidente De Laurentiis. È probabile che in Trentino ci sia l’incontrò definitivo, con la presenza di tutte le parti. Giuntoli con i suoi uomini di fiducia, il giocatore e chiaramente il patron.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.