“È colpa loro”: Napoli, attacco durissimo dell’ex azzurro

Il Napoli vince con tre gol di scarto sul Verona: la squadra di Spalletti si diverte alla prima di questa nuova stagione, ma non manca l’attacco dell’ex azzurro.

Il Napoli di Spalletti vince al Bentegodi contro il Verona di Cioffi. Un esordio nel segno di ben cinque reti segnate dagli azzurri, che ne hanno subite due. In gol sono andati Kvaraskthelia, Osimhen, Zielinski, Lobotka e Politano per il fronte azzurro. Lasagna ed Henry per i gialloblù. Nonostante la conquista dei primi tre punti della stagione, però, non è mancato l’attacco dell’ex.

Spalletti allarga le braccia Napoli
Luciano Spalletti (LaPresse)

A parlare della prima gara giocata dal club partenopeo, andata in scena nel pomeriggio di ieri per questa nuova stagione, è stato Giuseppe Bruscolotti. L’ex capitano del Napoli ha parlato della superiorità della squadra rispetto agli avversari, ma ha anche puntato il dito su un problema difensivo.

Ecco perciò cos’ha riferito Bruscolotti al programma sportivo ‘Radio Goal’ di ‘Radio Kiss Kiss Napoli’. Il suo pensiero ha toccato, di rimando, anche uno dei nuovi arrivati, ovvero Kim Min-Jae. Queste le sue parole sulla prestazione del difensore e di tutto il reparto.

Kim salta per stoppare il pallone Napoli
Kim Min-Jae (LaPresse)

Napoli, l’attacco arriva dall’ex Bruscolotti: “Entrambe le reti arrivano per colpa dei centrali”

Così ha perciò parlato l’ex capitano del Napoli, Giuseppe Bruscolotti, ai microfoni di ‘Radio Kiss Kiss Napoli’ nel corso del programma sportivo ‘Radio Goal’: “La nota negativa è sulle palle alte. Bisogna cancellare questo difettuccio che il Napoli si porta dietro da anni: non si può lasciare l’avversario da solo a centro area, anche ieri il Verona ha colpito un paio di volte liberamente”.

“Prestazione di Kim? Se prendiamo due gol – ha aggiunto – non possiamo dire che la prestazione è mostruosa, entrambe le reti arrivano per colpa dei centrali. In generale comunque il Napoli è stato nettamente superiore. E solo quelle due distrazioni hanno messo in discussione il risultato”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.