Napoli, è tutto vero: ufficialità a sorpresa, tifosi spiazzati

A pochi minuti dall’inizio del match di Champions League tra Napoli e Liverpool arriva la notizia ufficiale che cambia tutto.

Dopo due anni d’assenza il Napoli torna ad affacciarsi sul più importante palcoscenico calcistico continentale: la Champions League. Esordio al Diego Armando Maradona di Fuorigrotta per gli azzurri che ospitano il blasonato Liverpool di Jurgen Klopp. Una sfida di altissimo fascino tra le due compagini, anche se ormai non è certo un inedito negli ultimi anni.

Aurelio De Laurentiis
Aurelio De Laurentiis (LaPresse)

Naturalmente gli uomini di Luciano Spalletti, reduci dalla brillante rimonta contro la Lazio in campionato e quindi sulle ali dell’entusiasmo, vogliono ben figurare. Partite con un successo contro una delle dirette concorrenti per il passaggio del turno sarebbe fondamentale. Per questo il tecnico dei partenopei ha scelto la migliore formazione possibile.

Anche se, leggendo la distinta, ci sono state due decisioni che, secondo alcuni tifosi, sono alquanto strane. Le esclusioni dall’undici titolare di Mario Rui e Lozano hanno infatti fatto sorgere qualche domanda e sono diventate motivo di discussione tra tifosi e addetti ai lavori. I due sono stati sostituiti per questo match da Olivera e Politano.

Mario Rui
Mario Rui (LaPresse)

Napoli-Liverpool, Giuntoli chiarisce le scelte di Spalletti

La decisione che certamente fa più scalpore è la panchina di Mario Rui in favore del nuovo acquisto Olivera. Il ds Cristiano Giuntoli ha però immediatamente chiarito cosa ha spinto il tecnico Luciano Spalletti a questa scelta. “Mario Rui ha sofferto di una gastroenterite.” la rivelazione di Giuntoli ai microfoni di Sky nel prepartita del match contro il Liverpool. “Non si è allenato al meglio e quindi il mister ha deciso di dare spazio ad Olivera.”

Spiegazione simile, almeno per quel che riguarda l’impegno in allenamento, per Lozano. “Anche per Lozano è una questione di allenamento.” ha chiarito Giuntoli. “In generale il mister ha deciso di privilegiare chi si è allenato. Ha voluto anche dare un segnale importante alla squadra.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.