Milan-Napoli, decisione incredibile di Spalletti: lo manda in panchina

Napoli e Milan si affrontano nel posticipo serale per tornare in testa alla classifica, fa però discutere una scelta di Spalletti.

Il risultato del match tra Roma e Atalanta rende la partita di questa sera tra Milan e Napoli ancora più fondamentale. Chi vince vola in testa alla classifica, chi perde si trova di fronte al primo serio stop stagionale. Entrambi i tecnici arrivano però al match con due assenze importantissimi.

Raspadori
Raspadori dopo il gol ai Rangers (LaPresse)

Nel Milan padrone di casa sarà assente lo squalificato Rafael Leao. Stefano Pioli, considerando anche le assenze di Ibrahimovic, Origi e Rebic è obbligato a schierare Giroud come unica punta. Dietro di lui un terzetto di trequartisti composto da Saelemaekers a destra con De Ketelaere al centro della trequarti e Krunic a sinistra.

Nel Napoli invece assenza per Osimhnen. C’era quindi tanta attesa per capire Spalletti come avrebbe gestito l’assenza del nigeriano. Se la scelta fosse ricaduta su di una prima punta classica come il Chiolito Simeone, oppure su di un falso nueve come Giacomo Raspadori. Alla fine il tecnico toscano ha optato per l’attaccante italiano, non senza qualche sorpresa per chi credeva che, con il Milan, scegliesse una punta più classica.

Luciano Spalletti, tecnico del Napoli
Luciano Spalletti (LaPresse)

Milan-Napoli, le scelte di Pioli e Spalletti: Simeone in panchina

Nel big match di questa sera, che potrebbe valere il primato per una delle due squadre, le scelte di Pioli e Spalletti sono chiare. Senza i loro due attaccanti i tecnici sono stati costretti a scelte quasi obbligate. Giroud e tre trequartisti per il tecnico del Milan, Raspadori, preferito a Simeone, per quello del Napoli.

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Kalulu, Tomori, Theo; Bennacer, Tonali; Saelemaekers, De Ketelaere, Krunic; Giroud. A disp.: Mirante, Tatarusanu, Gabbia, Kjaer, Dest, Thiaw, Ballo-Touré, Pobega, Vrancx, Brahim Diaz, Adli, Messias, Lazetic. All.: Pioli

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Kim, Rrahmani, Mario Rui; Anguissa, Lobotka, Zielinski; Politano, Raspadori, Kvaratskhelia. A disp.: Sirigu, Marfella, Juan Jesus, Ostigard, Olivera, Zanoli, Elmas, Gaetano, Ndombele, Zerbin, Lozano, Simeone. All.: Spalletti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.