“È il più forte d’Italia”: Napoli, la rivelazione in diretta fa impazzire i tifosi

Napoli, i tre punti conquistati a San Siro valgono la testa della classifica di Serie A 2022/2023. La rivelazione in diretta, però, infiamma l’ambiente.

Il Napoli vola sulle ali dell’entusiasmo. Dopo la vittoria contro il Milan a San Siro, la squadra di Luciano Spalletti resta prima in classifica generale insieme all’Atalanta di Gian Piero Gasperini. Il primato vale anche in Champions League, dopo le super vittorie contro il Liverpool ed i Rangers in terra scozzese. Risultati inaspettati fino ad un mese qua, quando la squadra è stata completamente rifondata dopo gli addii di tutti i senatori dello spogliatoio.

Napoli, i calciatori esultano in campo
Napoli (LaPresse)

La SSC Napoli vince e convince anche gli addetti ai lavori, oltre che i tifosi. I paragoni con le grandi squadre della storia moderna del calcio italiano si sprecano, ma sarà solo il tempo a dire se il lavoro di mister Luciano Spalletti e di Aurelio De Laurentiis ripagherà con i risultati tanto attesi.

Napoli schierato a San Siro
Napoli (LaPresse)

Milan-Napoli, Adani elogia il centrocampo azzurro

Entusiasmo tra i tifosi, ma tanto entusiasmo anche alla ‘Bobo TV’, con l’opinionista Lele Adani portavoce della gioia dei supporters. Di seguito uno stralcio del suo intervento in diretta su ‘Twitch’: “Zielinski, Lobotka ed Anguissa formano il centrocampo più forte d’Italia. Pioli ha messo Krunic per provare a pareggiare il centrocampo azzurro. Il Napoli non ha giocato con dieci uomini nell’area di rigore, così come il Milan ha provato a ripartire. Il gol di Simeone? Nasce proprio da Simeone che lavora quella palla, rientra sul campo. Poi il centrale è in ritardo. Lui scarica il pallone e poi lo chiamo. Abbiamo visto una grande gara senza Osimhen e senza Leao, cosa volevamo chiedere di più?”.

Gli azzurri, vittoriosi a San Siro, hanno conquistato i tre punti decisivi per mantenere il primato in classifica generale. Nonostante l’assenza di Victor Osimhen e con Hirving Lozano in panchina, le nuove leve dei partenopei sono risultati decisivi ancora una volta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.