“Dicevo che era da sesto posto, ma poi…”: Napoli, l’ex agente ritratta tutto

L’ex agente, intervenuto ai microfoni di ‘Radio Marte’ ha spiegato il motivo per il quale ha cambiato opinione sul Napoli di Spalletti

L’avvicinamento del Napoli al campionato è stato accompagnato da una buona dose di scetticismo. Gli addii pesanti di calciatori del calibro di Koulibaly, Mertens e Insigne hanno provocato il malumore generale dell’ambiente. La società partenopea si è mossa per rispondere alle critiche e rendere l’organico competitivo nonostante le partenze eccellenti.

Spalletti e il calciomercato hanno fatto cambiare l'opinione sul Napoli all'ex agente
Spalletti e il calciomercato hanno fatto cambiare l’opinione sul Napoli all’ex agente (LaPresse) SerieAnews.com

In particolare, nel tratto finale del calciomercato, malgrado l’addio di Fabian Ruiz, gli azzurri hanno compiuto alcune mosse in entrata per accontentare l’esigenza di Luciano Spalletti. Il lavoro svolto dal direttore sportivo Cristiano Giuntoli sta offrendo buoni risultati. E il Napoli, sabato contro il Torino, ha l’occasione di strappare la vetta solitaria della classifica in attesa della gara interna dell’Atalanta con la Fiorentina.

Napoli, Fedele: “Gli arrivi di Raspadori e Simeone hanno cambiato le mie aspettative”

Napoli, l’ex agente Enrico Fedele rivede la sua posizione: “Quando parlavo di sesto posto non erano ancora arrivati Raspadori e Simeone”

L’ex agente dei fratelli Cannavaro, Enrico Fedele, è intervenuto ai microfoni di Radio Marte utilizzando parole d’apprezzamento per Giacomo Raspadori. “Lo conosco bene perché ho seguito da vicino il Sassuolo negli ultimi anni. Ha sempre dimostrato una grande capacità, quella di adattarsi ai compagni. Al suo fianco – ha detto ancora in diretta su ‘Marte Sport Live’ – hanno giocato calciatori come Berardi, Caputo e Scamacca e lui ha sempre avuto questo pregio di saper giocare al loro fianco. È un calciatore moderno. Sta vivendo un grande momento ma se non avesse fatto quel gol con lo Spezia chissà cosa avrebbe detto la gente di lui. È uno scugnizzo dei Quartieri Spagnoli, gironzola in area di rigore per approfittare di ogni occasione”, ha continuato Fedele.

L’ex agente ha poi spiegato perché questo può essere l’anno del Napoli: “In campionato non c’è una squadra capace di dominare come è avvenuto in passato. Questo favorisce la squadra di Luciano Spalletti perché può succedere di tutto. Penso che questo campionato dia la possibilità al Napoli di sognare in grande”.

Nei mesi scorsi tuttavia era apparso scettico nell’ottica di questa stagione. Fedele ha spiegato cosa ha contribuito a cambiare il suo punto di vista: “Non ho cambiato idea sulla possibilità del Napoli in questa stagione. Semplicemente quando ho parlato di obiettivo quinto o sesto posto al massimo, la società non aveva ancora acquistato calciatori come Raspadori e Simeone”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.