“Mi ha aiutato Cavani”: calciomercato Napoli, il retroscena a sorpresa

Il Napoli giocherà domenica contro la Roma di José Mourinho, ma in queste ore è stato svelato un curioso retroscena.

Dopo la vittoria contro il Bologna di Thiago Motta, il Napoli deve affrontare un duro esame. La squadra partenopea, infatti, domenica sera scenderà in campo all’Olimpico contro la Roma di José Mourinho. 

Cavani esulta con l'Uruguay
Dichiarazioni su Cavani (LaPresse) ultimecalcionapoli.it

Quello contro i capitolini è sicuramente uno scontro diretto, visto che occupano la quarta posizione a 4 punti dagli uomini di Luciano Spalletti. Inoltre, la Roma già l’anno scorso ha fermato il Napoli sia nel girone di andata che nel girone di ritorno. Il pareggio del Maradona della stagione scorsa contro la squadra di Mourinho, di fatto, compromise definitivamente le ambizioni Scudetto azzurre. 

Contro la Roma, Luciano Spalletti dovrebbe schierare la stessa formazione che ha battuto domenica il Bologna. Gli unici due dubbi dovrebbero riguardare chi giocherà tra Osimhen e Raspadori al centro d’attacco e chi tra Mario Rui e Mathias Olivera sarà il terzino sinistro partenopeo. Proprio l’ex Getafe è stato in giornata il protagonista di un curioso retroscena di calciomercato. 

Olivera dà l'ok
Retroscena di Olivera su Cavani (LaPresse) ultimecalcionapoli.it

Napoli, il retroscena svelato da Mathias Olivera: “Le chiacchierate con lui mi hanno aiutato molto “

Mathias Olivera, infatti, ai microfoni ufficiali di ‘Radio Kiss Kiss Napoli’, ha ‘confessato’ di aver parlato con Cavani prima di decidere di vestire la maglia azzurra: “In amichevole ho parlato con Edison, che ha raccontato cose sia sul club che sulla città. Ho parlato di meno con lui da quando sono arrivato, anche se le chiacchierate con lui mi hanno aiutato molto”.

Il terzino ha poi concluso il suo intervento: “Sono molto felice sia per come sto andando io che la squadra. Sto crescendo e imparando tanto e sto continuando a lavorare per migliorare ancora. Che emozioni dà la Champions? Belle, per me era un sogno giocarla. Me la sto godendo, anche grazie ai nostri risultati. Differenza tra la Serie A ed il campionato spagnolo? Non molte, c’è molta più tattica e si gioca molto di più il pallone”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.