Roma-Napoli, Mourinho al veleno: frecciata in diretta a ‘Dazn’

Josè Mourinho non ci sta. L’allenatore ha parlato ai microfoni di ‘Dazn’ dopo Roma-Napoli, nel mirino uno degli azzurri.

Il Napoli ha espugnato l’Olimpico in una partita davvero complicata. Superata la Roma, squadra che ha provato fino alla fine a tenere in piedi un risultato che ad un quarto d’ora dalla fine sembrava davvero poter andare diretto verso un pareggio. Cosi non è stato, merito di un gran gol di Victor Osimhen che ha trovato con determinazione la via del gol, imponendosi contro la difesa avversaria con un’azione straripante.

Josè Mourinho protesta
Roma-Napoli, Mourinho al veleno: frecciata in diretta a ‘Dazn’ (LaPresse) Ultimecalcionapoli.it

Episodio decisivo, che ha spinto cosi il Napoli verso un successo importante. La squadra azzurra non lascia punti per strada da inizio settembre, ed anche il successo conquistato stasera rende merito ad una condizione fisica importante ma anche una solidità tattica che porta la firma in calce di Luciano Spalletti.

Delusione, invece, per Josè Mourinho. L’allenatore portoghese esce dall’Olimpico a mani vuoti, anche se fino alla fine ha sperato di poter portare a casa almeno un punticino. Cosi non è stato, e nel post partita il tecnico giallorosso si è lasciato andare anche ad un velato attacco contro uno degli azzurri.

Josè Mourinho protesta
Roma-Napoli, Mourinho al veleno: frecciata in diretta a ‘Dazn’ (LaPresse) Ultimecalcionapoli.it

Roma-Napoli, l’attacco velato di Mourinho ad uno degli azzurri

Nel post partita si è presentato un Mourinho amareggiato ai microfoni di ‘Dazn’. Risultato che poteva anche finire diversamente, a detta dell’allenatore della Roma, se solo anche i suoi avessero sfruttato le occasioni avute. Invece le statistiche parlano chiaro: zero tiri in porta da parte dei giallorossi, segnale eloquente di quello che è stato l’atteggiamento sotto porta dei giocatori capitolini.

Ma Mourinho, si sa, ama lanciare della frecciate in maniera velata ma anche goliardica. E cosi il tecnico portoghese se l’è presa con uno dei giocatori azzurri, e l’ha fatto alla sua maniera: “Ibanez non scivolava su… Come si chiama… Quello che si butta sempre per terra, quello che si tuffa sempre? Ah si, Lozano, è Lozano”, le parole dell’allenatore. Insomma, parole non proprio di elogio nei confronti dell’attaccante messicano.

Impostazioni privacy