“C’ero anche io…”: Napoli, c’è la rivelazione improvvisa che sorprende tutti

Continua il momento magico del Napoli, anche nel giorno dedicato al ricordo (e al compleanno) di Diego Armando Maradona: occhio alla rivelazione

Il 30 ottobre non può essere un giorno banale per i tifosi del Napoli e per tutti gli appassionati di calcio. In quella data del 1960 nasceva Diego Armando Maradona, per quello che sarebbe stato un volto ed un nome che avrebbe cambiato per sempre il gioco del calcio per come lo conosciamo.

De Laurentiis perplesso
De Laurentiis, nel giorno dedicato Diego c’è la sorpresa (LaPresse) Ultimecalcionapoli

L’argentino è riuscito ad unire sotto il suo carisma e sotto la sua storia le tifoserie e i calciatori più disparati. Avversari, ex compagni, anche i suoi eterni rivali: chiunque ha riconosciuto la grandezza di Diego Armando Maradona, che nei suoi anni al Napoli ha raggiunto l’apice della propria carriera e del proprio talento. Soprattutto con i due Scudetti vinti con la maglia azzurra, nel 1987 e nel 1990.

Maradona sorride
Maradona, il 30 ottobre del 2022 avrebbe compiuto 62 anni (LaPresse) Ultimecalcionapoli.it

Napoli-Maradona, spunta la rivelazione a sorpresa: tifosi spiazzati dalla confessione

E in occasione del tricolore vinto nel 1990, spunta la rivelazione a sorpresa che ha sorpreso tutti i tifosi del Napoli. Come raccontato nel corso di una lunga intervista concessa ai microfoni de ‘La Nacion’, Marco Materazzi ha confessato di essere stato presente in quel celebre Napoli-Lazio che assegnò il secondo Scudetto al club partenopeo.

“Sì, c’ero anche io quel giorno. Diego era un Dio, ricordo che lo stadio ruggiva di continuo quel giorno. Avevo 16 anni, avevo seguito mio padre che allenava la Lazio e io gli avevo detto che volevo esserci ad ogni costo. La partita fu decisa da un colpo di testa di Baroni, proprio su cross di Diego… Era Dio, ripeto”, ha concluso il noto ex difensore dell’Inter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.