“È nella storia…”: Napoli, c’è il verdetto e De Laurentiis se lo gode

Il Napoli di Aurelio De Laurentiis vive un momento magico e l’ulteriore dato giunto è la conferma del livello raggiunto dalla squadra azzurra.

Khvicha Kvaratskhelia è diventato un fenomeno inarrestabile a Napoli ma anche nell’intera Europa. Impossibile non ammirare e rimanere estasiati dai gesti tecnici del giovane georgiano. E pensare che era sconosciuto ai più fino all’acquisto da parte della società di Aurelio De Laurentiis durante l’estate. Nemmeno per un istante l’attaccante ha dovuto sopportare la pressione di essere il sostituto di Lorenzo Insigne, napoletano e capitano a lungo della squadra della sua città.

De Laurentiis saluta sorridente
Aurelio De Laurentiis, Napoli (LaPresse)

Il georgiano è già a quota 6 gol e 5 assist nelle prime 12 giornate del campionato di Serie A. Dopo l’ennesima prestazione da dieci in pagella in occasione di Napoli-Sassuolo, anche il tecnico Luciano Spalletti ha finito gli aggettivi per definirlo. Si è limitato a dichiarare: “È perfetto”.

Quindi è facile immaginare che Kvaratskhelia non abbia impiegato molto a divenire l’idolo dei ragazzini della città e a creare un inedito ponte di collegamento tra Napoli e la Georgia. Ogni settimana ad assistere ai match degli azzurri arrivano tifosi dalla patria dell’attaccante mentre nella capitale di Tblisi le partite del Napoli si trasmettono come fossero un film da cinema.

Tifosi dalla Georgia al Maradona di Napoli
Tifosi Georgia, Napoli-Sassuolo (LaPresse)

Napoli, anche l’Ambasciata in Italia scrive su Kvaratskhelia

Attraverso i propri canali social l’Ambasciata georgiana in Italia ha così dedicato l’attenzione al connazionale, pubblicando un post su Facebook e spiegando che Kvaratskhelia è già entrato nella storia della Serie A: “È nella storia. A seguito del gol e dei due assist realizzati nella partita con il Sassuolo, il calciatore del Napoli risulta il terzo giocatore con il miglior impatto di sempre nelle prime 12 partite giocate nella massima Serie A italiana”.

In ben 11 occasioni, suddivise proprio nei gol e negli assist di cui sopra, il calciatore è stato decisivo per la propria squadra. Senza contare il contributo offerto in Champions League: ovvero 2 reti in 4 partite disputate. Nel massimo campionato italiano “solo Diego Milito e Cristiano Ronaldo avevano fatto sinora meglio, sebbene in età più avanzata. I nostri complimenti al giovane talento georgiano per le straordinarie giocate e per questo prestigioso risultato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.