“Già partito”: Napoli, senti Klopp su Kvaratskhelia

L’allenatore del Liverpool Jurgen Klopp si è mostrato impressionato da Kvaratskhelia: la freccia del Napoli riceve altri consensi

Anche ad Anfield, Kvaratskhelia ha dato un altro saggio delle sue enormi qualità. L’attaccante georgiano del Napoli sta diventando una forte attrazione del calcio europeo. Il calciatore è rimasto a secco contro il Liverpool ma anche contro la squadra di Jurgen Klopp non ha fatto mancare qualche giocata sublime.

Kvaratskhelia esaltato da Klopp
Kvaratskhelia esaltato da Klopp (AnsaFoto) UltimeCalcioNapoli.it

Non a caso, in conferenza stampa, pure il tecnico tedesco dei ‘Reds’ ha parlato delle difficoltà per fermarlo. L’attaccante di Luciano Spalletti è estremamente esplosivo ed è un vero e proprio mal di denti per i suoi avversari. La sua partenza sprint fa ben sperare in vista del futuro.

Klopp affascinato da Kvaratskhelia
Klopp affascinato da Kvaratskhelia (LaPresse) UltimeCalcioNapoli.it

Napoli, Klopp affascinato da Kvaratskhelia: “Quando fa il primo movimento è già partito. Serve marcarlo stretto o raddoppiarlo”

L’allenatore del Liverpool ha riscattato la sconfitta rimediata all’andata al Maradona. Il 2-0 maturato dai suoi negli ultimi cinque minuti più recupero con i gol di Mohamed Salah e Darwin Nuñez non è stato però sufficiente a conquistare il primo posto. Sul gradino più alto del girone, infatti, è rimasto il Napoli di Luciano Spalletti, protagonista di una buona prova, al di là del risultato.

In conferenza stampa, il tecnico dei ‘Reds’ si è concentrato in maniera particolare sull’avvincente confronto tra Kvaratskhelia e Alexander Arnold ma soprattutto sulle impressionanti qualità fisiche del georgiano del Napoli: “Sono entrambi due ottimi calciatori. Quando Kvaratskhelia fa il primo movimento è già partito. Pertanto bisogna marcarlo stretto altrimenti è necessario raddoppiarlo. Fa tanto movimento, esce, rientra, va sulla fascia, va verso il centro. Comunque Trent ha giocato un’ottima partita e non è stato neppure troppo turbato quando è stato dribblato dall’avversario”, ha spiegato Klopp.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.