🙏 “È la cosa più importante che ho visto dopo Liverpool”: Napoli, l’ammissione di Spalletti

Il Napoli, nella giornata di domani alle ore 18:00, scenderà in campo contro l’Atalanta: Spalletti in conferenza stampa lascia trapelare anche un’ammissione sulla gara di Liverpool.

Arriva anche la 13^ giornata di questa stagione che procede a ritmi serrati. Il Napoli, per l’occasione, scenderà in campo contro l’Atalanta di Gasperini. Luciano Spalletti ha allora parlato così nella conferenza stampa di rito, in cui ha rivelato un fattore per lui importante.

Spalletti in conferenza Napoli
Luciano Spalletti in conferenza stampa per il Napoli (ANSA Foto) UltimeCalcioNapoli.it

Il Napoli si prepara ad affrontare la sua diretta concorrente, seconda in classifica. Partirà perciò alla volta di Bergamo, per giocare poi alle ore 18:00 al Gewiss Stadium.

Per l’occasione, come avviene di consueto, Spalletti ha parlato solamente pochi minuti fa in conferenza stampa. Il tecnico ha le idee molto chiare. È inoltre anche arrivata anche l’ammissione che fa riferimento alla gara di Champions League disputata ad Anfield contro il Liverpool. Queste sono state le parole riferite ai giornalisti presenti.

Kim e Ostigard si danno il cinque Napoli
Kim e Ostigard si danno il cinque sorridendo in Liverpool-Napoli (ANSA Foto) UltimeCalcioNapoli.it

Atalanta-Napoli, parola a Spalletti: il riferimento alla gara con il Liverpool è mirato

In occasione della conferenza stampa, tenuta solamente pochi minuti fa, Luciano Spalletti ha riferito su Atalanta-Napoli: “Sono tanti i rischi in una gara come domani. Il nostro avversario si chiama Atalanta, che significa buoni calciatori che determinano un grande collettivo. Ci vorranno qualità e forza fisica perché loro sono creati in maniera corretta e poi c’è Gasperini che è un veterano, di quelli anche lui terribili“.

Ha poi voluto anche sottolineare un fattore importante, facendo riferimento a quanto fatto vedere ad Anfield contro il Liverpool: “La cosa più importante che ho visto dopo la gara, nonostante la sconfitta la squadra c’era rimasta male: aveva l’amaro in bocca. Nello spogliatoio, durante il viaggio nessuna aveva voglia di festeggiare per la bellezza del traguardo raggiunto. Questo significa che possono arrivare ad essere forti come gli avversari avversari“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.