Atalanta-Napoli, è rivoluzione: a Bergamo Spalletti cambia tutto

La tredicesima giornata del campionato di Serie A è destinata a grandi emozioni: di seguito le probabili formazioni di Atalanta-Napoli da ‘La Gazzetta dello Sport’. 

La terzultima giornata di campionato di Serie A del 2022 è davvero fatta di appuntamenti di lusso. Il pomeriggio del sabato sarà caratterizzato da Atalanta-Napoli, mentre domani alle 18:00 ci sarà il derby Roma-Lazio e in serata un altro classico del calcio italiano, ovvero Juventus-Inter.

Spalletti in panchina
Luciano Spalletti, Napoli (LaPresse)

Preparare la sfida di campionato a Bergamo non è stato del tutto semplice per gli azzurri. La formazione di Luciano Spalletti ha dovuto prima chiudere il girone di Champions League contro il Liverpool e infine ieri ha dovuto fare i conti con lo stop improvviso di Kvaratskhelia, costretto a dare forfait per una lombalgia.

L’Atalanta, invece, è riuscita a recuperare De Roon, mentre dovrà fare a meno di Luis Muriel su tutti per infortunio. Le condizioni di Duvan Zapata sono ancora di ripresa, ma comunque l’ex del match riuscirà a essere a disposizione di mister Gasperini.

Raspadori in campo col Napoli
Giacomo Raspadori, Napoli-Sassuolo (LaPresse)

Atalanta-Napoli, le probabili formazioni delle due squadre

Secondo quanto riferisce ‘La Gazzetta dello Sport’, i padroni di casa dovrebbero scendere in campo com 3-4-1-2. Come di consueto, tra i pali di sarà Juan Musso, mentre il terzetto difensivo, salvo sorprese, sarà formato da Toloi-Demiral-Djimsiti. A metà campo spazio ad Hateboer, Scalvini, Koopmeiners e Maehle. In attacco si prevedere il trio Pasalic, Hojlund e Lookman, con quest’ultimo in un particolare momento positivo. Resistono comunque due ballottaggi prima della scelta definitiva, poiché De Roon e Zapata provano ad insediare dal primo minuto Djimisiti e Hojlund.

Per ciò che concerne il Napoli, invece, ci saranno dei leggeri cambi nel 4-3-3 rispetto a quanto visto ad Anfield contro il Liverpool. Meret è la sicurezza in porta così come lo sono Di Lorenzo, Kim Min-Jae, Juan Jesus e Mario Rui in difesa. Ciò significa che siederanno in panchina Ostigard e Olivera, reduci dall’impegno europeo. A centrocampo Anguissa titolare insieme a Lobotka e a Zielinski. La scelta più delicata è stata nella ricerca del sostituto di Kvaratskhelia. A quanto pare accanto a due sicurezze, ovvero Osimhen e Lozano, dovrebbe esserci Raspadori. Elmas è in ballottaggio con l’italiano, così come Ostigard e Politano potrebbero contendersi la maglia dal 1′ con Juan Jesus e l’attaccante esterno messicano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.