“Napoli da Scudetto”, poi la bordata in diretta: che risposta ai ‘gufi’

“Napoli da Scudetto”, “È l’anno buono” e ancora altre. I tifosi del Napoli si guardano dai ‘gufi’ e in diretta arriva la bordata a sorpresa

E anche la gara con l’Empoli sarebbe stata una di quelle che, l’anno scorso, il Napoli non avrebbe mai vinto. Così come quella contro lo Spezia. Così come quella contro il Bologna. Insomma, la formazione di Spalletti sembra aver compiuto finalmente uno step in avanti, soprattutto contro le squadre meno attrezzate del nostro campionato, che lo scorso anno sono costate carissimo.

De Laurentiis ride
De Laurentiis se la ride, il suo Napoli vola (LaPresse) Ultimecalcionapoli.it

“Loro sono stati davvero bravi nel chiuderci puntualmente, ma alla fine siamo riusciti a sbloccarla”: parole di Luciano Spalletti, che ai microfoni di ‘DAZN’ ha analizzato il risultato maturato contro i toscani e si è spostato sui cambi fatti nel secondo tempo: “Hanno dato un’impennata alla gara, è stato palese. La panchina e l’alternanza per noi è fondamentale: il valore di 22 calciatori è superiore a quello di 11 calciatori, non so più come ribadirlo…”.

Spalletti urla
Spalletti, che risposta ai ‘gufi’ contro Napoli (LaPresse) Ultimecalcionapoli.it

Napoli da Scudetto? Spalletti risponde in diretta ai ‘gufi’

Poi lo studio di ‘DAZN’ si è decentrata sul tema più caldo, quello della lotta al titolo. Sui social è una pioggia di ‘gufate’ contro gli azzurri: “Napoli da Scudetto”, “È l’anno buono” e chi più ne ha più ne metta. E dinanzi alle stesse tematiche, Luciano Spalletti non ha avuto alcuna paura nel rispondere a chi non aspetta altro che un passo falso del suo Napoli.

“A me interessa poco, non fa né caldo né freddo sapere se questo sia il nostro anno o meno – risponde il tecnico di Certaldo – Anzi, bisogna saper distinguere quelli che te lo dicono per metterti il più in alto possibile e poi aspettando di sentire il tondo e sperano in una nostra caduta… Noi però siamo pronti a tutto – conclude Spalletti – Fa parte dell’essere napoletani, è nel DNA della nostra città”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.