Juve, da super colpo alla bocciatura totale: “Corre e si sbatte ma…”

La Juve ottiene tre punti importanti in ottica classifica, punti che la proiettano in quarta posizione: la bocciatura però è netta.

La Juventus, battendo il Verona grazie al gol di Moise Kean, è risalita in quarta posizione nella classifica di Serie A. Davanti a sé ha perciò solamente Napoli a 38 punti e Lazio e Milan, entrambe ferme a quota 30. Dopo il match, tuttavia, è comunque arrivata una bocciatura netta.

Giocatori della Juve applaudono
Giocatori della Juventus applaudono guardando i tifosi dopo la vittoria ottenuta contro il Verona (LaPresse) UltimeCalcioNapoli.it

La Juventus, dopo aver ottenuto la vittoria nel Derby d’Italia contro l’Inter, ha ritrovato una fiducia nuova. E ha così conquistato tre punti importanti anche contro il Verona. Anche se non senza polemiche.

Nonostante tutto, è riuscita a risalire a 28 punti nella classifica generale del campionato italiano di massima serie. Il gol di Kean ha significato la vittoria del match. È stato, perciò, un altro bianconero ad essere bocciato per la gara disputata. Nel mirino delle critiche è finito infatti Filip Kostic.

Kostic calcia il pallone Juventus
Filip Kostic calcia il pallone con la pressione di Terracciano in Verona-Juventus (LaPresse) UltimeCalcioNapoli.it

Verona-Juventus, i bianconeri vincono ma la prestazione di Kostic non è sufficiente: i motivi della bocciatura

Questa mattina a parlare delle gare disputate nella giornata di ieri e delle prestazioni messe in campo dai chiamati in causa è stata, come di consueto, ‘La Gazzetta dello Sport’. Il quotidiano sportivo, quindi, ha analizzato nello specifico anche quanto visto in Verona-Juventus.

Nell’analisi, perciò, è finito nello specifico Filip Kostic che, se contro l’Inter ha convinto, non ha ripetuto la stessa prestazione al Bentegodi. “I report gli attribuiscono cinque cross, ma non ne ricordiamo uno particolarmente pericoloso. Corre e si sbatte, ma non brilla per incisività“, si legge. La prestazione gli vale, per queste motivazioni, un netto 5,5. Non è sufficiente secondo il quotidiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.