“Non farlo…”: Napoli, spunta un dialogo tra Osimhen e Ayroldi

Il Napoli stende l’Udinese e il giorno successivo viene rivelato un interessante scambio di battute tra l’arbitro Ayroldi e Osimhen.

La Serie A si prepara a chiudere il 2022, lasciando spazio ai Mondiali di Qatar 2022, con il 15° turno di campionato. Il Napoli ha provato l’allungo, superando non senza qualche patema di troppo nel finale l’Udinese 3-2. Al momento è a +11 su Lazio e Milan, attese rispettivamente da Juventus e Fiorentina in due gare certo non scontate. In città si parla di Scudetto, e mai come quest’anno sembrano esserci i presupposti per centrare un obiettivo storico e atteso tanto a lungo.

Victor Osimhen Napoli Udinese
Victor Osimhen (LaPresse)

La scaramanzia vuole la sua parte, ovviamente, ma guardando i numeri il Napoli sta volando: vince, convince, regala spettacolo e mostra una maturità nuova e vincente. Ad esempio può fare a meno delle sue stelle, anche delle più luminose come Kvaratskhelia e Osimhen: il primo non c’era contro l’Udinese, il secondo ha aperto le danze confermando di essere in stato di grazia da quando è rientrato. Diventando inoltre protagonista di un siparietto riportato oggi dal Corriere dello Sport.

Osimhen Napoli
Victor Osimhen, 11 gare e 9 gol nella Serie A 2022/2023 (LaPresse)

Napoli-Udinese, la raccomandazione dell’arbitro a Osimhen: “Non ti fare provocare”

L’attaccante nigeriano del Napoli è stato preso in consegna dall’argentino Perez, che ha tentato di arginarlo in modo piuttosto ruvido. Un trattamento che avrebbe potuto portarlo a una reazione, scongiurata però in anticipo dall’arbitro Giovanni Ayroldi. Il direttore di gara infatti è stato visto a colloquio proprio con Osimhen, al quale avrebbe detto “non reagire se vieni provocato, sii intelligente”.

Un consiglio paterno a uno dei più forti attaccanti della nostra Serie A (lo dicono i 9 gol e 3 assist in 11 partite giocate) che sul campo in effetti è stato protagonista di una gara molto matura confermando la sensazione di crescita che molti avevano già percepito in questo splendido inizio di stagione. E che potrebbe spingere il Napoli verso un obiettivo che come abbiamo detto in tanti preferiscono ancora non nominare. Ma che mai come adesso sembra realistico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.