Napoli, De Laurentiis pronto ad un “investimento importante”: la rivelazione

Un “investimento importante” da parte del presidente Aurelio De Laurentiis. Pronta la firma, anche i tifosi esultano.

Il Napoli ha chiuso il 2022 da capolista della Serie A. Alla fine del campionato mancano ancora tante partite, ma di sicuro questa prima parte della stagione ha portato all’attenzione dei tifosi una squadra che ha saputo valorizzare le proprie qualità, sia in termini di collettivo ma anche in valore assoluto.

Aurelio De Laurentiis sorridente
Napoli, De Laurentiis pronto ad un “investimento importante”: la rivelazione (LaPresse) Ultimecalcionapoli.it

Tra i protagonisti azzurri non si può lasciare in secondo piano quello che secondo alcuni rappresenta il vero valore aggiunto della squadra azzurra: Stan Lobotka, infatti, ha preso in mano le chiavi del centrocampo del Napoli e dai suoi piedi passa gran parte della manovra dei partenopei.

Un giocatore che ha saputo riscrivere la sua storia in azzurro. Arrivato in uno stato di forma non particolarmente invidiabile, Lobotka ha lavorato molto su sé stesso ed ormai dalla scorsa stagione ha mostrato quelle qualità che già il suo connazionale Marek Hamsik aveva ampiamente pubblicizzato tempo fa.

Stan Lobotka in azione
Napoli, De Laurentiis pronto ad un “investimento importante”: la rivelazione (LaPresse) Ultimecalcionapoli.it

Napoli, De Laurentiis pronto ad un “investimento importante” su Lobotka

Ora il Napoli ha intenzione di tenersi stretto il centrocampista slovacco, visto l’importante rendimento avuto soprattutto in questa stagione. Secondo quanto riportato da ‘La Gazzetta dello Sport’, infatti, il centrocampista sarebbe uno dei giocatori pronti al rinnovo di contratto.

Il presidente Aurelio De Laurentiis sarebbe pronto ad un “investimento importante” – scrive la rosea – portando cosi il contratto di Lobotka a cifre da top player: 3 milioni di ingaggio fino al 2027, con un’opzione per allungare l’accordo fino al 2028. Oltre allo slovacco – si legge – sarebbe pronto per la firma anche Amir Rahmani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.