Ronaldo-Messi, il messaggio dell’azzurro fa chiarezza: “È lui il migliore!”

Messi o Ronaldo? Per il calciatore del Napoli non ci sono dubbi e rivela il nome di chi dei due secondo lui è il migliore al mondo.

Quello che si sta giocando in questo momento in Qatar è senza dubbio l’ultimo Mondiale in cui Lionel Messi e Cristiano Ronaldo scenderanno contemporaneamente in campo con le rispettive selezioni nazionali: Argentina e Portogallo.

Messi Ronaldo
Ronaldo esulta con sullo sfondo uno striscione raffigurante Messi (LaPresse) UltimeCalcioNapoli.it

Una last dance per entrambi i calciatori. Classe ’87 Messi e classe ’85 Ronaldo, 35 anni da un lato e 37 dall’altro. L’anagrafe purtroppo non mente, ed ecco quindi che Qatar 2022 potrebbe essere l’ultima occasione per entrambi per poter, con eventualmente un titolo mondiale in tasca, trofeo che manca ad entrambi, mettere ancora più il loro sigillo sulla storia.

Una diatriba, su chi dei due è il migliore, che certamente continuerà anche dopo il loro ritiro e che comunque al momento coinvolge anche il mondo del calcio con gli stessi calciatori chiamati a dare un loro parere. Come ad esempio Hirving Lozano, attaccante messicano del Napoli che domani affronterà proprio l’Argentina di Messi.

Hirving Lozano
Hirving Lozano ha le idee chiare su chi dei due è il migliore al mondo (LaPresse) UltimeCalcioNapoli.it

Lozano non ha dubbi: “Messi il migliora al mondo”

L’attaccante del Messico non cita in prima persona Ronaldo, ma la sua definizione di Lionel Messi lascia poco spazio all’immaginazione. “Adoro giocare con i migliori. Questa volta con il migliore al mondo in campo sarà speciale. Trovarmi di fronte Messi sarà qualcosa di decisamente speciale, un sogno.”

Sogno che potrebbe trasformarsi in un incubo proprio per Messi e compagni. Dopo l’incredibile ko all’esordio contro l’Arabia Saudita l’albiceleste deve per forza vincere contro il Messico. Lozano però anticipa che il Messico è pronto: “Pianificheremo la partita con grande intelligenza, sappiamo che dobbiamo farci trovare pronti mentalmente. Adesso le partite durano più di 90′, bisogna usare la testa.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.